NBA – La controversia legata al ritiro della maglia di Charles Oakley

Home NBA News

Charles Oakley è stato uno dei giocatori più rappresentativi dei New York Knicks negli anni ’90, quando la franchigia della grande Mela era una delle superpotenze della Eastern Conference: per questo i Knicks hanno deciso di celebrarlo con il ritiro della sua maglia numero 34.

Oakley è stato protagonista di una furiosa disputa con l’attuale proprietario dei Knicks, James Dolan: nel 2017,l’ex giocatore fu portato fuori dal Madison Square Garden e arrestato dalla polizia a causa di una lite con lo stesso Dolan, che poi lo ha bannato dal MSG e accusato di aver problemi di alcolismo; 3 anni dopo, Oakley ha portato Dolan persino in tribunale per la faccenda, che sembrava essersi risolta dopo l’intervento di Adam Silver e Michael Jordan.

Charles Oakley con la maglia dei New York Knicks

Per questo motivo, lo stesso Oakley ha chiesto che la maglia, dopo la consueta cerimonia del ritiro, venga esposta fuori dal MSG e non all’interno, come dichiarato a The Athletic: “Non sono stato sempre il benvenuto all’interno del palazzo: preferirei che la mia maglia rimanga appesa fuori piuttosto che dentro. Sono venuti da me e mi hanno detto che avrebbero ritirato la mia maglia, avrebbero fatto questo e quello… gli ho risposto che non mi possono comprare così facilmente dopo tutto quello che è successo. Se la ritirano come vogliono loro, sono solo loro a beneficiarne, non io“.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.