lebron james

NBA – La motivazione del cambio di numero di maglia di LeBron James

Home NBA News

La scelta di LeBron James di passare dal 23 al 6, numero già indossato a Miami e in Nazionale, potrebbe sembrare una notizia improvvisa, ma è qualcosa che la stella dei Los Angeles Lakers aveva pianificato dal 2019. Quando infatti i giallo-viola acquisirono via trade Anthony Davis, l’idea di James era quella di lasciare a lui il 23 e tornare subito al 6. Le regole NBA però impedivano il cambio in quel momento, visto che la Lega ha istituito una vera e propria deadline entro la quale bisogna avvisarla di modifiche simili. Se la deadline non viene rispettata, l’atleta deve pagare una cifra di svariati milioni di dollari per coprire i costi di produzione delle maglie “obsolete”. Anche per questo motivo LeBron aveva avvisato la NBA l’anno scorso, così da permettere ai reparti vendite di organizzarsi e smettere di produrre maglie col numero 23 in eccesso.

Quando però Davis arrivò ai Lakers nell’estate 2019 era ormai troppo tardi per chiedere alla NBA di cambiare numero. Così il lungo ha preso il 3 e James ha mantenuto il 23, con l’obiettivo di avviare la transizione nella primavera del 2020, così da partire col nuovo numero per la stagione attualmente in corso. Ancora una volta le circostanze hanno rimandato il ritorno del numero 6. Il Covid-19 proprio a marzo ha infatti fermato la stagione e di conseguenza causato anche problemi alle vendite. Saltato nuovamente il piano di LeBron nel 2020, il 2021 sembra ora l’anno buono.

Nel frattempo Davis si è però affezionato al 3, numero che ha indossato nelle ultime due stagioni e col quale ha vinto il suo primo e finora unico titolo NBA. Il lungo quindi non tornerà al 23, che aveva indossato prima di arrivare in giallo-viola fin dal liceo. Il 23 rimarrà, almeno momentaneamente, libero.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.