NBA – Lakers, Marc Gasol è frustrato per la firma di Drummond?

Home NBA News

Mercoledì notte Andre Drummond ha esordito con i Los Angeles Lakers partendo subito in quintetto, ma infortunandosi dopo soli 14′. Per il centro ex Cleveland non sembra nulla di grave e i giallo-viola sperano di recuperarlo nelle prossime partite, prima di una serie di 5 trasferte sulla costa Est. La scelta dei Lakers di firmare Drummond dopo il buyout è dovuta anche alle deludenti prestazioni di Marc Gasol in questa stagione.

Il centro spagnolo ha firmato un contratto la scorsa offseason, reduce da un anno e mezzo a Toronto con tanto di titolo NBA nel 2019. Nelle partite con la maglia di LA però Gasol non ha convinto, producendo solo 4.8 punti e 3.9 rimbalzi di media. C’è incertezza però su come l’ex Raptors abbia preso la scelta dei Lakers di puntare su Drummond, e di “panchinarlo” immediatamente.

Dopo la gara contro Milwaukee, Gasol si è rifiutato di parlare con i media: la terza volta consecutiva che accade da quando i Lakers hanno firmato Drummond. E sebbene il neo-compagno abbia giocato poco, per lo spagnolo ci sono stati solo 5′ sul parquet: il minutaggio più basso in questa stagione. Solo nella partita precedente contro Orlando, quando Drummond non era ancora disponibile, i minuti erano stati 20.

Nonostante questi rumors comunque alcuni membri dei Lakers hanno evidenziato che Gasol ha in realtà preso la decisione della franchigia con professionalità. “Ovviamente, non è per nulla facile. Bisogna dargli credito. Amiamo quello che facciamo e siamo tutti competitivi, una situazione del genere non è mai semplice. Ma scendere in campo così e fare quelle giocate, rimanendo di supporto per tutto il tempo è una cosa che merita rispetto” ha commentato Wesley Matthews dopo la partita. Contro i Bucks, Marc Gasol ha chiuso con 2 punti, 3 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero e 2 stoppate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.