damian lillard

NBA – Le altre squadre vigili per una eventuale partenza di Damian Lillard

Home NBA News

Ieri i Portland Trail Blazers sono stati eliminati al primo turno di Playoff per la quarta volta negli ultimi cinque anni. Oggi la franchigia ha annunciato la separazione da Terry Stotts, che sedeva sulla panchina di Portland dal 2012, primo anno di Damian Lillard in NBA. Per la prima volta quindi Dame avrà un coach diverso da Stotts, ed ha già detto chi vorrebbe sulla panchina dei Blazers nella prossima stagione: Jason Kidd, nelle mire anche di Boston.

Il problema è che Portland sembrerebbe più indirizzata su Chauncey Billups, attuale assistente di Tyronn Lue ai Clippers che deve ancora fare la prima esperienza da head coach. Se alla fine i Blazers non accontenteranno Lillard, il rischio è quello di allontanare ancora di più la superstar, che già dopo l’eliminazione aveva usato parole interpretabili come un ultimatum. Secondo The Athletic, le altre franchigie, comprese quelle dei top market, sarebbero molto vigili sulla situazione in evoluzione di Lillard a Portland, pronte a gettarsi a capofitto nella corsa al giocatore se quest’ultimo chiedesse di essere ceduto.

Lillard, 31 anni a luglio, è a Portland dal 2012 ed ha sempre giurato amore eterno ai Blazers. Gli scarsi risultati potrebbero però spingerlo lontano dall’Oregon, qualcosa di cui si vocifera ormai da qualche mese. Nel 2019 Lillard ha rinnovato il suo contratto fino addirittura al 2025. Quest’estate scadrà il precedente accordo ed inizierà quello nuovo che lo vedrà guadagnare oltre 39 milioni di dollari nella prossima stagione. Portland può quindi stare tranquilla: il rischio di perdere la sua superstar in free agency non c’è, ma resta il fatto che Lillard richieda una squadra più competitiva, mentre per i Blazers potrebbe essere finito un ciclo. Nei mesi scorsi una squadra particolarmente accostata a Damian Lillard sono stati i New York Knicks, mentre ieri Nick Young aveva suggerito un trasferimento ai Lakers al fianco di LeBron e Davis.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.