chris paul

NBA – Monty Williams parla delle condizioni di Chris Paul in vista di Gara-3

Home NBA News

Tutto da rifare per i Phoenix Suns. Dopo la vittoria di Gara-1, i ragazzi di Monty Williams si sono fatti superare in casa in Gara-2 dai Los Angeles Lakers, perdendo almeno momentaneamente il fattore campo. Fondamentale, in negativo, il problema alla spalla di Chris Paul, che aveva subito un infortunio scontrandosi con un compagno in Gara-1. Già nel secondo tempo del primo atto della serie CP3 era apparso acciaccato, in Gara-2 invece ha giocato malconcio ed è stato in campo solo 22′ nonostante fosse una partita combattuta.

La scelta di limitare i minuti di Paul, in campo soprattutto nel primo tempo e molto poco nel secondo, è stata di Monty Williams stesso. Queste le sue parole a ESPN dopo il KO contro i Lakers:

L’ho tolto io, è stata una mia decisione. Lo vedevo trascinare il braccio, il modo in cui lo teneva… Non riuscivo a guardarlo correre in quel modo e cercare di rendersi utile. Ha combattuto. È un guerriero, lo sappiamo tutti. Ho dovuto scegliere di sostituirlo. Al momento non è in grado di fare i passaggi che vorrebbe, ha sofferto tutta la sera. Non voglio entrare troppo nei dettagli finché non gli avrò parlato, ma avete visto che non correva e palleggiava come al solito. Speriamo che le sue condizioni migliorino nelle prossime 48 ore.

Al posto di Chris Paul, 6 punti, 5 assist e 2/5 al tiro, ha giocato diversi minuti Cameron Payne. Il suo backup non ha deluso, anzi, è stato tra i migliori in campo con 19 punti e 7 assist. Certo per i Suns sarà importantissimo recuperare CP3 per Gara-3, in programma la notte italiana tra giovedì e venerdì.

Queste invece le parole di Devin Booker sul compagno:

Parliamo di Chris, combatterà sempre. È un guerriero in campo. So che non vuole altro che vincere queste partite e che farà qualsiasi cosa in suo potere per giocare. Ovviamente la spalla gli fa ancora male. Abbiamo un paio di giorni per farlo riposare e recuperare. Speriamo stia bene per la prossima partita.

 

LEGGI ANCHE:

Kyrie Irving sul suo ritorno a Boston: “Spero niente aggressività o razzismo”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.