NBA MVP Ladder: Curry e Harden prendono il comando, inseguono Lebron e Davis

Home Ladder

L’ultima volta che eravamo entrati in discorso MVP era un pò troppo presto, ma ad oggi con 25 partite sulle spalle si possono cominciare a tirare le prime somme: Stephen Curry e Klay Thompson stanno guidando alla perfezione la barca di Steve Kerr (prima della sconfitta odierna con i Grizzlies), James Harden sta trascinando praticamente da solo i giovani di Houston, Lebron James – Kevin Love e Kyrie Irving sembrano aver trovato una possibile quadratura del cerchio (non molto solida al momento, ma vedremo) mentre Anthony Davis accompagnato da Tyreke Evans e Jrue Holiday potrebbe rischiare, all’età di 21 anni, trascinando i Pellicans alla zona Playoff dell’Ovest selvaggio, di giocarsi le sue carte per la vittoria dell’MVP stagionale.

I numeri dicono che Davis sta giocando un gradino sopra a tutti: NBA efficiency rate = 31,1 contro la media di 21,9 (primi 25 giocatori della lega) ; quattro sono i gradini più alti del podio conquistati dal lungo dei Pellicans che riesce ad integrare il suo abnorme potenziale diffensivo con una innata capacità di mettere la palla per terra ed una miglioratissima tecnica di tiro dalla media distanza.

In realtà, però, lo scettro lo stiamo dando ad Harden e Curry, l’uno, come detto, sta decidendo le sorti dei Rockets sera per sera, il secondo perchè Golden State ha il migliore record della NBA, priva di un giocatore come David Lee, ma soprattutto perchè forse al momento la squadra degli Splash Brothers è il migliore spettacolo che la NBA possa offrire.
Segnaliamo, inoltre, la crescita esponenziale (come se ce ne fosse bisogno) di Lebron James che nelle ultime giornate sta smazzando per i compagni e segnando con una incredibile semplicità.
Per terminare, è giusto menzionare Jimmy Butler, serio candidato al MIP, la coppia Lamarcus Aldridge – Damian Lillard ed infine la frontline più pesante, ma più tecnica della NBA: Marc Gasol e Zach Randolph che ogni sera regalano autentiche perle a tutto il mondo NBA 

mvp
– Chris Paul col 50,5% dal campo -Anthony Davis con 1,8 rubate a partita – John Wall con 10,6 assist a partita

 

Prima di lasciarvi in pace, abbiamo riportato qui sotto una tabella con la quale è possibile analizzare 3 giocatori che dopo gli infortuni erano attesi al varco, il primo Kevin Durant si sta limitando a cercare la condizione partita dopo partita lasciando carta bianca a Russell Westbrook, il secondo Rajon Rondo è primo nella NBA per assist a partita mentre l’ultimo, appena citato, Russel Westbrook sta conducendo i Thunder nell’attuale striscia vincente di 7 partite.

durwestron

  •  
  •  
  •  
  •  

1 thought on “NBA MVP Ladder: Curry e Harden prendono il comando, inseguono Lebron e Davis

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.