NBA Numb3rs: hype pazzesco intorno a Phila, Tatum e Rozier pronti a guidare i Celtics

Home NBA News

Ormai ci siamo, i playoff sono ai nastri di partenza e dal prossimo weekend si inizierà a fare sul serio. Ancora una volta, anche dopo 80 partite giocate, la situazione ad Ovest è tutt’altro che definita: Pelicans, Spurs, Thunder, T’Wolves e Nuggets devono ancora timbrare il pass per i playoff ed una di loro rimarrà esclusa. Per l’ennesimo anno consecutivo un record del 50% ad Ovest non garantisce uno dei migliori 8 piazzamenti. 

1181. La squadra del momento sono senza dubbio i Philadelphia 76ers, ma la costanza di Houston ha permesso a Mike D’Antoni e i suoi di guadagnare il miglior record della lega per la prima volta nella loro storia e superare quota 60 partite vinte. I Rockets hanno inoltre superato il loro stesso record (1181, stabilito 12 mesi fa) per triple segnate in una stagione. Ai piani alti di questa classifica, oltre alla doppietta dei Rockets, troviamo i Warriors 15-16 e i Cavs dello scorso anno.

102. Continuiamo a parlare di triple e tiro da fuori. Nonostante la sfortuna abbia deciso di abbattersi prepotentemente su Boston, Brad Stevens è riuscito nell’impresa di mantenere a galla una squadra ormai abituata a fare a meno di Gordon Hayward, ma che dovrà abituarsi anche all’assenza di Kyrie Irving. Per loro fortuna, tutto ciò si traduce in minuti e responsabilità nelle mani di Jayson Tatum che, in settimana, ha raggiunto quota 102 triple segnate. Si tratta del miglior risultato per un rookie nella storia dei Celtics. Anche Aaron Baynes ha fatto parlare di se e del suo tiro: prima del match contro i Raptors, il centro vantava un rivedibile 1/19 da tre in carriera ma, contro Valanciunas, ha deciso di strafare chiudendo il match con un 2/2 decisamente insperato.

15. Così come Jayson Tatum, anche Terry Rozier sarà chiamato a fare gli straordinari nelle prossime settimane. Le assenze di Irving e Smart hanno responsabilizzato anche il prodotto di Louisville che nei 15 match giocati da titolare guida i suoi per punti, assist e rimbalzi totali. Ricordiamo inoltre che Terry è riuscito a registrare una tripla doppia in uscita dalla panchina, proprio come ha fatto Greg Monroe nel match vinto contro i Bulls 4 giorni fa.

4. Torniamo indietro di una decina di giorni per segnalare una statistica molto curiosa. I New Orleans Pelicans sono diventati la seconda squadra della storia in grado di avere una tripla doppia da almeno 4 giocatori diversi in un unica stagione, si tratta di Anthony Davis (1), Jrue Holiday (1), Rajon Rondo (2) e DeMarcus Couusins (3). Un tale risultato è stato ottenuto solo dai Lakers 73-74 (Elmore Smith, Jerry West, Connie Hawkins e Kim Price).

0. Da quando è entrato nella lega, Anthony Davis è il secondo miglior stoppatore della NBA con quasi 1000 tiri stoppati. Emblematico il fatto che di questi 1000 tiri, neanche uno sia uscito dalle mani di LeBron James.

207. Wayne Ellington è appena diventato il miglior tiratore dall’arco della storia NBA se consideriamo solo chi, usualmente, esce o usciva dalla panchina. Wayne ha superato quota 206 triple stagionali, record stabilito da Eric Gordon lo scorso anno.

14. Intorno a Philadelphia si è creato un Hype pazzesco. Le 14 vittorie consecutive sono solo una piccola parte di quello che Marco Belinelli e i suoi nuovi compagni stanno facendo, e non solo per via dell’assenza di Joel Embiid. L’ultima volta che Phila riuscì a vincere 14 gare consecutive nessuno dei giocatori attualmente sotto contratto era nato (eccezione fatta per Redick che aveva appena 7 mesi), correva l’anno 1983 e i 76ers sarebbero diventati campioni NBA. Le 14 W consecutive rappresentano anche la miglior striscia positiva nella storia della franchigia e, in occasione dell’abbordabile match contro Atlanta, Ben Simmons &co. potrebbero cogliere l’occasione per entrare, già da ora, nella storia dei 76ers. Agli amanti della cabala ricordiamo inoltre che l’ultima volta che Phila raggiunse il muro delle 50 W sarebbe poi approdata alle NBA Finals sulle ali di un indomabile Allen Iverson costretto ad arrendersi solo di fronte all’insormontabile duo Shaq-Kobe.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.