NBA Recap 23/02/2017 : super Cousins all’esordio non basta, LBJ distrugge New York, bene anche Golden State

NBA Recap

Part-GTY-644707792-1-1-0

 

Houston Rockets @ New Orlenas Pelicans 129-99

Debutto amaro per DeMarcus Cousins in quel di New Orlenas, dove l’ex giocatore dei Kings oltre a mancare uno storico 5×5 per una sola stoppata (27 punti, 14 rimbalzi, 5 assist, 5 recuperi, 4 stoppate a fine partita) deve cedere il passo ai Rockets. Il primo quarto è l’unico che vede una vera partita: gli ospiti  partono infatti molto bene, ma i Pelicans rispondono colpo su colpo chiudendo i primi 12′ sotto di 2 lunghezze (30-28). Tra secondo e terzo quarto Harden e co. dilagano con un parziale complessivo di 70-39, propiziato dalle precise assistenze del Barba (14 alla fine) e finalizzato da una panchina dai cui escono  Eric Gordon (19 punti) e Lou WIlliams (29 punti, 7/11 da te), anche lui all’esordio con la nuova maglia. A cartucce ormai sparate New Orleans si aggiudica il quarto quarto per 29-32, fissando il punteggio finale sul 129-99. 29 punti e 9 rimbalzi per Anthony Davis.

New York Knicks @ Cleveland Cavaliers 104-119

Continua il periodo nero della franchigia della grande mela, che alla Quicken Loans Arena fronteggiano gli indemoniati Cavs, da subito aggressivi e precisi nell’attaccare il ferro ma non altrettanto attenti nella fase difesa, bucata a ripetizione da New York nella prima frazione. Dopo il 34-33 del primo quarto, i Knicks perdono Porzingis per un infortunio alla caviglia (il lettone dopo un salto ricade sul piede di Hernangomez), ponendo così fine all’equilibrio visto fino a quel momento: LeBron prende in mano la gara (18 punti, 13 rimbalzi, 15 assist e 3 stoppate alla fine) ed arma le mani di Kyrie Irving (23 punti), Kyle Korver (20 punti, 6/10 da tre) e Richard Jefferson (14 punti, 5/6 dal campo). Dopo aver chiuso la prima metà di gara sotto di 18 punti, ‘Melo e compagnia provano a scuotersi affidandosi alla precisione di Lee (25 punti, 10/15 dal campo) e ai colpi dello stesso Anthony (20 punti), ma dopo il 28-18 del terzo quarto New York non riesce a concretizzare la rimonta nell’ultimo periodo, chiudendo i 48’ sul 119-104 Cavs.

Los Angeles Clipper @ Golden State Warriors 113-123

Alla Oracle Arena la squadra della Bahia completa il secondo sweep stagionale consecutivo ai danni dei Clippers, con una prestazione convincente ed un terzo periodo surreale. Ancora privi di Chris Paul, gli ospiti riescono nella prima metà di gara a mettere in seria difficoltà gli avversari, che dopo aver chiuso il primo quarto sul + 7 (31-24), si fanno travolgere dai canestri di Crawford, Rivers e Griffin, in un secondo periodo che recita 37-18 per Los Angeles, avanti di 12 lunghezze all’intervallo. Alla ripresa delle operazioni i padroni di casa spingono sull’acceleratore: guidati da Kevin Durant (25 punti, 15 rimbalzi e 7 assist) e Stephen Curry ( 35 punti, 7 rimbalzi, 5 assist, 4 recuperi) gli Warriors collezionano un 16/22 dal campo con 10/13 dalla lunetta nella sola terza frazione, totalizzando 50 punti a fronte dei 26 dei Clippers. Forti del loro sprint nei precedenti 12′, Golden State gestisce senza troppi patemi d’animo l’ultimo quarto, conquistando la decima vittoria consecutiva in RS contro i Clips, il cui ultimo successo contro Curry e soci risale al dicembre 2014.

Le altre partite della notte

 

Charlotte Hornets@ Detroit Pistons 104-118 (OT)

Detroit: Caldwell-Pope 33, Harris 25, Smith 5 (16 assist)

Charlotte: Walker 34, Batum 18, Kidd-Gichrist 12 (14 rimbalzi)

 

Denver Nuggets @ Sacramento Kings 100-116

Sacramento: Cauley-Steyn 29 (10 rimbalzi), Collison 15 (10 assist), Hield 16.

Denver: Chandler 18 (10 rimbalzi), Harris 23, Gallinari 15.

 

Portland Trail Blazers @ Orlando Magic 112-103

Orlando: Vucevic 25 (9 rimbalzi), Fournier 20, Ross 13.

Portland: Lillard 33, McCollum 22, Nurkic 12 (12 rimbalzi)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.