NBA Recap 21/12/13: OKC passa a San Antonio, Houston riprende il suo cammino grazie ad un immenso Howard mentre i Knicks affondano

Home

dm_131222_nba_nuggets_clippers

Los Angeles Clippers-Denver Nuggets 112-91

I Clippers centrano la loro quarta vittoria consecutiva, stanotte sono passati, agevolmente sui Nuggets, grazie ad uno straordinario Jamal Crawford autore di 27 punti ed alcune giocate che hanno infiammato lo Staples Center.
Denver va ancora una volta in difficoltà fuori casa e sembra aver smarrito la strada intrapresa fino ad una settimana fa, nelle prossime settimane vedremo come si evolverà la situzione, anche in previsione del ritorno del nostro Danilo Gallinari.

 

San Antonio Spurs-Oklahoma City Thunder 100-113

Marco Belinelli parte in quintetto base, nello spot di guardia/ala piccola e nei 38 minuti di gioco sfodera giocate di pregevolissima qualità, spara da tre con continuità e pare ormai una colonna portante del sistema Popovich. A San Antonio non basta però questo straordinario Beli ed  OKC passa grazie ai 31 Westbrook, 21 Reggie Jackson(in crescita costante negli ultimi 12 mesi) ed i 17 di Durant.

hi-res-8022316_crop_north

Detroit Pistons-Houston Rockets 97-114

Prestazione straordinaria di Dwight Howard contro il trio DrummondMonroeSmith, il centro ex Orlando e Lakers ne mette 35 con 19 rimbalzi (15 difensivi) ai quali aggiunge 5 assist, bene anche Parsons e i 16 di Garcia.
Buoni i 13 minuti in campo concessi e sfruttati da Gigi Datome (4 su 5 dal campo, 1 su 1 da tre, ma anche 3 rimbalzi e un assist).

 

New York Knicks-Memphis Grizzlies 87-95

Male, malissimo i New York Knicks e forse ancora peggio Bargnani l’ex Toronto Raptors parte in quintetto, ma mette a referto 3 punti in 22’…
Ai Knicks non servono a niente i soliti, futili trentelli di Carmelo Anthony perché Memphis, squadra solida e con principi fissati nelle teste dei giocatori, si impone con un gioco orchestrato e gli unici isolamenti concessi sono per Zibo che stanotte ne ha messi 25 al Madison.

dm_131222_nba_lakers_warriors

Golden State Warriors-Los Angeles Lakers 102-83

Dopo la brutta caduta contro San Antonio i Warriors si riprendono e passeggiano sui Lakers, privi di Kobe-Nash-Blake-Farmar sono costretti a giocare senza play…
Fortunatamente per Gasol e compagni la dirigenza ha firmato nelle ultime ore Kendall Marshall dodicesima scelta del draft del 2012, con un buon potenziale da assistman nel sistema Dantoniano.

 

Gli altri risultati della notte:

Boston Celtics-Washington Wizards 99-106
Prosegue il cammino dei Wizards verso i Play-Off, stanotte grazie ad un grande Ariza da 27 p e 8 r

Orlando Magic-Sacramento Kings 100-105
Dopo la strigliata di Michael Malone, i Kings si riprendono e passano sui Magic grazie alle buone prestazioni di Gay e Thomas

Charlotte Bobcats-Utah Jazz 85-88
Oltre alla sconfitta contro i derelitti Jazz, Charlotte perde uno dei suoi pezzi pregiati per tutta la stagione, Jeffrey Taylor (nazionale svedese) si strappa il tendine d’achille e dovrà stare fuori  tra i 6 e 8 mesi.

Chicago Bulls-Cleveland Cavaliers 100-84
I Chicago Bulls, come di loro indole non mollano, non si arrendono e anche contro i Cavs tirano fuori una buonissima prestazione di squadra. Da sottolineare la migliore prestazione stagionale del rookie Tony Snell autore di 5 bombe.

Milwaukee Bucks-Philadelphia 76ers 116-106
Milwaukee cambiando l’assetto sembra aver trovato il giusto equlibrio, OJ Mayo si prende il secondo quintetto sulle spalle e la squadra sembra girare meglio.

Phoenix Suns-Dallas Mavericks 123-108
Sontuosi Suns!! Ennesima vittoria per questa squadra che continua a sorprendere a giocare divinamente, solito immenso Bledose, stanotte accompagnato dal Sotomayor della NBA Gerald Green.

Portland Trail Blazers-New Orleans Pelicans 110-107

Non ci sono più parole per descrivere Lillard, sembra essersi reincarnato in lui Kobe Bryant, quando conta lo scorso rookie of the year segna sempre, sempre e comunque…

La top 10

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.