NBA – “Sto antipatico ai compagni?”, Tristan Thompson risponde per le rime

Home NBA News

I Boston Celtics hanno ottenuto una vittoria importantissima (101-99) sui New York Knicks.

Importante il ritorno in campo di Tristan Thompson che era fuori da metà Marzo a causa del Covid-19. Il lungo biancoverde ha contribuito al successo con 8 punti, 7 rimbalzi e 3 stoppate in 22 minuti.

A fine gara Thompson ha risposto alle critiche che ha ricevuto nelle ultime settimane, prima su Twitter e poi da alcuni giornalisti. Le accuse mosse al giocatore erano di non essere ben visto all’interno dello spogliatoio.

In particolare il centro si è rivolto al cronista Kevin O’Connor di The Ringer.

Non so se dovrei nominarlo visto che per me non vale niente. Sentirlo dire che non sono ben voluto dai compagni è stato divertente ma non è assolutamente vero. In dieci anni di carriera non ho mai avuto problemi con nessuno. Perché non ha fatto esplicitamente il mio nome? In una stagione in cui stiamo vivendo di alti e bassi avrebbe avuto senso dire con chi non avrei un buon rapporto, specialmente fra i giocatori più rappresentativi, ma Brown e Walker (che non twitta mai) hanno subito fatto dei tweet in mia difesa. Questo ragazzo voleva solo fare dei click. Kevin, usa pure il mio nome così potrà fare qualche retweet in più. Non permetterò che qualche finto tifoso usi i social per rovinare quanto mi sono costruito. Ci avete provato ma io sono duro come l’acciaio, non riuscirete a buttarmi giù.

 

Fonte: Clutch Points

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.