NBA Update: gli Heat seguono Turner, Rondo parte se arrivano due prime scelte, Teague potrebbe andare a NY

Home

trade deadMancano solo tre giorni alla deadline e ancora nulla si è mosso. Se da un lato numerosi colpi di scena potrebbero verificarsi nelle prossime ore, allo stesso tempo potrebbe rimanere tutto invariato. Ancora una volta l’incertezza regna sovrana nei giorni precedenti alla deadline ed, ancora una volta, sembra che basti il movimento di un singolo tassello per creare un effetto domino.

Partiamo dalla vera notizia, secondo Sam Smith, i Boston Celtics avrebbero fissato il prezzo per lasciar libero Rajon Rondo: due prime scelte del prossimo draft, nessuna protezione. La notizia deve ancora essere confermata ma, anche se fosse vero, abbiamo molti dubbi sul fatto che Danny Ainge la renda pubblica. Rimane il fatto che uno scenario del genere non è privo di fondamento.

Anche i Miami Heat potrebbero muovere qualcosa. Da tempo le condizioni di Dwyane Wade fanno temere i tifosi e, siccome bisogna dare delle garanzie a LeBron per convincerlo a rimanere, la dirigenza potrebbe fare delle offerte per migliorare il roster, soprattutto in ottica futura. Evan Turner potrebbe essere il nome adatto, playmaker/guardia/ala piccola molto versatile in grado di fare più cose sul campo da basket. Il giocatore è sul mercato da tanti mesi e i 76ers stanno ancora cercando la soluzione migliore, il problema è che Miami non ha molto da offrire, al massimo delle prime scelte, non preziosissime, più contratti in scadenza.

Dopo l’assalto a Kyle Lowry sfumato all’ultimo i Knicks non hanno trovato la soluzione al loro problema in cabina di regia. L’ultimo nome che circola è quello di Jeff Teague, playmaker degli Hawks che aveva iniziato la stagione a livelli altissimi ma che è calato pian piano. Jeff ha la “No trade Clause” nel suo contratto e quindi, anche se ci fosse l’accordo tra le due squadre, potrebbe bloccarlo.

Per concludere, la squadra più attiva tra tutte sembra essere Cleveland che, dopo aver preso Luol Deng (che rimane sul mercato), puntano a sostituire Jarrett Jack con un altro sesto uomo. Jack non ha avuto ai Cavs l’impatto che aveva avuto lo scorso anno con i Golden State Warriors e potrebbe finire a Denver, in cambio di Andre Miller e Jordan Hamilton, oppure ai Brooklyn Nets in cambio di Jason Terry, altro giocatore scontento della sua attuale posizione in squadra.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]

[banner size=”468X60″]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.