NCAA: Tennessee e Cal Poly sono le ultime due squadre ad aggiungersi al bracket

Home

Nella notte si sono giocati gli ultimi due spareggi per determinare le due squadre che sarebbero andate a completare il bracket in vista del torneo NCAA che inizierà ufficialmente oggi: sono andate in scena Iowa-Tennessee e Cal Poly-Texas Southern.

USATSI_7816421_161118632_lowres-550x368

Iowa Hawkeyes – Tennessee Volunteers 65-78 (dopo un OT)

I Volunteers strappano la qualificazione per il torneo NCAA soltanto dopo un OT dopo essere stati sotto 16-4 a inizio partita. Sul finale di primo tempo Tennessee si riprende e riesce a rientrare, chiudendo all’intervallo sotto per 29-26 grazie al canestro sulla sirena di Jordan McRae (20 punti). In principio di secondo tempo, Jarrod Uthoff riceve una gomitata alla bocca da Jarnell Stokes (18 punti e 13 rimbalzi), che viene sanzionato con un fallo tecnico. La gara si fa più dura con Josh Richardson che pareggia i conti per i Volunteers, alla fine saranno 17 punti per lui, compresa una grande schiacciata sulla linea di fondo. Jeronne Maymon (9 punti e 7 rimbalzi) fa impazzire i tifosi con un gioco da tre punti a 54 secondi dalla sirena che porta Tennesse a +2, ma Roy Devyn Marble (7 punti) pareggia sul ribaltamento di fronte. Tennesse ha l’opportunità di vincerla sulla sirena, ma sbaglia e si va al supplementare che è un monologo dei Volunteers (14-1) grazie alla prestazione sotto canestro di Stokes. Ora Tennessee dovrà affrontare la #1 del ranking, Florida.

 

Cal Poly Mustangs – Texas Southern Tigers 81-69

Inaspettata vittoria per Cal Poly, che batte Texas Southern nettamente e si guadagna la prima qualificazione al torneo NCAA della propria storia. La squadra affronterà, con il peggior record del torneo, Wichita State al primo turno, che è invece la compagine ancora imbattuta quest’anno. Il primo tempo è decisivo per i Mustangs, che costruiscono un vantaggio di 12 punti all’intervallo grazie ai 19 punti e 9 rimbalzi del proprio leader Chris Eversley. Il secondo tempo è ordinaria amministrazione, con i Tigers che tornano solo a -8 con un incredibile Aaric Murray (38 punti, 17 nel primo tempo, migliore prestazione di sempre nelle Fist Four, le partite di qualificazione), ma serve a ben poco. Brian Bennett segna 10 punti dalla panchina per Cal Poly con uno straordinario 5/5 che risolve parecchi problemi e porta i suoi al successo.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.