Micov non basta, Valencia supera Milano

Coppe Europee Eurolega Home

ARMANI EXCHANGE MILANO 93 – VALENCIA BASKET 89

(23-17, 20-23, 22-28, 24-25)
Milano perde ancora in Eurolega, arrendendosi di fronte a un Valencia che ha la forza di rincorrere per tutto il primo tempo, sorpassare nel terzo quarto e gestire al meglio un finale in cui l’Armani sfiora la clamorosa rimonta. I meneghini pagano l’ennesima serata totalmente negativa di Goudelock, vero corpo estraneo all’attacco di Pianigiani: non possono bastare allora Micov e un encomiabile Cinciarini, considerando che Theodore si rivede solamente per qualche scampolo di match.

C’è equilibrio in avvio con Martinez e Cinciarini che si dimostrano i più attivi sui due lati del campo, Valencia trova buone cose servendo Dubljevic ma il primo break è milanese: lo servono Kuzminskas e soprattutto Gudaitis nel pitturato. L’Olimpia arriva fino al +9 (20-11) e potrebbe anche scappare via ma commette qualche ingenuità che consente agli spagnoli di restare a contatto sul -6 al termine della prima frazione.
San Emeterio e Van Rossom riportano gli ospiti a -2 ma due triple di Bertans tengono avanti i meneghini, l’aggancio però è solo rimandato perché Valencia esegue perfettamente e impatta (32-32 dopo 15’) con i tiri da fuori di Green. L’Armani fa fatica in attacco quando non c’è Cinciarini sul parquet e subisce il sorpasso ad opera di San Emeterio, anche se Micov e Mbaye rimettono le cose a posto attaccando da lontano: si torna negli spogliatoi sul 43-40.
Nel terzo periodo si alzano il ritmo e le percentuali al tiro da fuori, Valencia va anche sul +6 non sbagliando praticamente mai con i suoi esterni ma Milano reagisce alla grande, soprattutto una volta tolto Goudelock dal campo. È un incandescente Micov a tenere in linea di galleggiamento l’Olimpia prima che Green si accenda a cavallo degli ultimi due quarti, con il buzzer a bruciare la terza sirena e il gioco da quattro punti del +7 poco dopo. Il momento no di Milano coincide con il nuovo riposo del Cincia, Valencia non perdona e trova il vantaggio in doppia cifra con Pleiss e Doornekamp, L’Armani però dimostra carattere: lo fa prima con la difesa e poi con Jerrells, che colpisce tre volte dalla lunga distanza, riportando i suoi a -3 negli ultimi 2’ e riaprendo una sfida che sembrava segnata. Finale da brivido con Abalde e Micov che si scambiano triple, poi Gudaitis di forza sigla il -1 a 41” dal termine. Nell’azione successiva Cinciarini recupera una palla miracolosa e la consegna nelle mani di Jerrells, il quale stavolta perde la maniglia, sul fatto sistematicoAbalde fa 1/2 in lunetta ma poco dopo può rifarsi perché Gudaitis si fa soffiare il rimbalzo da Doornekamp, nell’azione che di fatto chiude la partita.
TABELLINI
Milano: Goudelock, Micov 27, Tarczewski 5, Kuzminskas 8, Cinciarini 8, Cusin n.e., Abass n.e., M’Baye 5, Thoedore, Bertans 6, Jerrells 17, Gudaitis 13.
Valencia: Thomas 2, Garcia 2, Abalde 6, Van Rossom 11, Dubljevic 11, Martinez 8, San Emeterio 7, Pleiss 11, Williams n.e., Sastre 9, Green 18, Doornekamp 8.
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.