Non bastano a Milano 36′ di equilibrio, il Fenerbahce dilaga

Coppe Europee Eurolega

Fenerbahce Ulker Istanbul – EA7 Emporio Armani Milano: 98-77

(22-14; 20-31; 23-16; 33-16)

Non basta restare in partita per 37’ minuti a Milano, perché i turchi del Fenerbahce mettono la freccia e allungano fino al +21 finale (98-77 al 40’).

I padroni di casa partono subito forte, sfruttando l’imprecisione al tiro degli uomini di Banchi (11-3 al 5’). Capitan Gentile risponde a un 6-0 targato Bogdanovic, seguito a ruota da Hackett, che chiude il primo periodo sul -8 (22-14 al 10’).

R. Hickman ai tempi del Maccabi
R. Hickman ai tempi del Maccabi

L’ex Pesaro e Maccabi Hickman riprende infilando canestri dalla lunga distanza, ma l’EA7 replica subito con un 6-0 targato Samuel, Brooks e ancora Gentile (25-20 al 13’). Milano torna a un possesso di distanza, ma il Fenerbahce serve bene Oguz Savas, che si mangia Elegar, e Vesely, con un gioco da tre punti, porta il punteggio sul 33-23. Sembra la sferzata decisiva ma Milano non si da per vinta: Hackett segna sfruttando la rimessa, Brooks colpisce dai 6.75 e in un amen, al 16’, la partita è riaperta (34-32). I biancorossi, però, non si fermano e riescono a sorpassare con Moss, una schiacciata di Elegar e Gentile, che dalla lunetta sigla il primo vantaggio meneghino. Zisis prova a metterci una pezza, ma Brooks trova ancora la via del canestro portando Milano a chiudere in vantaggio prima dell’intervallo (42-45 al 20’).

brooks-milano

Il vantaggio si allunga sul +5 con i canestri di Gentile e, ancora, Brooks. I turchi però non mollano e si affidano a Erden e Goudelock, impattando a quota 53. Il sorpasso arriva da Hickman (55-54), Brooks sorpassa i venti punti personali e ripristina il vantaggio, seguito da Melli, ma sulle spalle dell’Olimpia pesa la situazione falli. Il vantaggio del Fenerbahce non tarda ad arrivare, infatti, in chiusura del terzo periodo Bogdanovic e Preldzic firmano il 65-61 del 30’.

Nemanja Bjelica, classe '88, MVP del match
Nemanja Bjelica, classe ’88, MVP del match

La quarta frazione inizia col segno di Nemenja Bjelica, che si prende letteralmente la squadra sulle spalle e riporta addirittura il distacco sul +9 (70-61 al 33’). Gentile prova a rispondere, ma Bogdanovic rispedisce tutto al mittente, anche con la difesa di Milano in crescita. Kleiza riporta lo svantaggio a due possessi ma Preldzic non ci sta e, con un gioco da tre punti finalizzato, da il via alla carica turca. Qui i turchi non sprecano, fanno valere la loro fisicità, sorpassano Milano in tenuta mentale e, complice anche un antisportivo, tecnico e il quinto di Kleiza, volano sul +8 (82-74). Gli ultimi minuti sono di pura gestione e fanno calare definitivamente il sipario.

 

Fenerbahce Ulker Istanbul: Bogdanovic 25, Vesely 14, Bjelica 13, Goudelock 9, Zisis 5, Hickman 10, Erden 3, Yurtseven 2, Savas 10, Preldzic 7. All. Obradovic

Rimbalzi (28): Bjelica e Vesely 9. Assist (16): Bjelica 6, Bogdanovic 4.

 

Emporio Armani Milano: Brooks 21, Gentile 19, Ragland, Cerella, Melli 6, Kleiza 8, Elegar 5, Hackett 8, Samuels 7, Moss 3. All. Banchi

Rimbalzi (36): Samuels e Kleiza 4. Assist (20) Brooks 5, Hackett 4.

 

 

 

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.