Non c’è storia in Catalogna: il Barça non inciampa e affonda l’ALBA Berlino

Coppe Europee Eurolega

FC BARCELONA LASSA – ALBA BERLIN 103-84 
(19-25/27-19/26-17/31-23)

Tripletta completata per il Barcellona che affonda l’ALBA Berlino in una sfida combattuta solo nella prima metà. Tomic e Mirotic dominano indiscussi, anche se la copertina la guadagna Corey Higgins, autore di una gara straordinaria. Dall’altra parte solo Giedraitis ruggisce con coraggio, ma il solo lituano non basta.

Primi due quarti totalmente diversi al Palau Blaugrana. I padroni di casa iniziano nel migliore dei modi la loro gara ma con il passare dei minuti si perdono, consentendo il sorpasso all’Alba di un Giedraitis versione trascinatore. Il +3 arriva con Sikma, mentre il Barcellona, senza la fisicità di Tomic e con uno 0/7 dalla lunga distanza, va in bambola e subisce i canestri di Ogbe, Nnoko e ancora del lituano, grande protagonista gialloblu. Alla sirena è doppio possesso di vantaggio per gli ospiti (19-25). I blaugrana ritrovano la via solo dopo aver subito uno 0-5 di parziale, aprendosi da tre e costruendo una bella rimonta con Tomic, Higgins e Mirotic, cecchini dalla lunga distanza nel controbreak di 14-2. La regia di Delaney permette inoltre una difesa migliore e le tante palle sporche rovinano il lavoro dei tedeschi, molto sfortunati anche al tiro. Claver mette la tripla del +5 e solo il rientrante Giedraitis può solo aggiustare la situazione, ancora dai 6.75, ancora splendidamente. Alla pausa lunga le squadre sono ancora molto vicine (46-44).
Al ritorno in campo il Barcellona decide di premere l’acceleratore con violenza mentre l’ALBA non riesce ad entrare in partita, sbagliando tanto e perdendo parecchi palloni a rimbalzo e in attacco. L’esito non può che essere il peggiore per i teutonici: Mirotic mette 9 punti, Tomic risponde al solo pericoloso Siva, Oriola si iscrive alla gara e Higgins ritorna in cattedra con irruenza; il +18 è presto detto. Le seconde linee consentono un po’ di respiro alla fanteria di Pesic, gli ospiti ne approfittano e rosicchiano qualche lunghezza. Ma la gara è ormai in salita per gli uomini di Garcia Reneses (72-61). I catalani abbassano il ritmo e provano a portarla a casa anche grazie al cronometro. Higgins prova a strappare lo scettro di MVP al compagno di squadra con la 33 e diventa l’hombre del periodo con 8 punti filati che valgono come una benedizione finale ai teutonici. Gli ultimi minuti sono showtime per il pubblico pagante e alla sirena è sancita la terza vittoria su tre per la compagine blaugrana (103-84)

FC BARCELONA LASSA: Higgins 22 – Mirotic 18 – Tomic 15

ALBA BERLIN: Giedraitis 17 – Siva 12 – Cavanaugh 11

fonte foto: marca.com

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.