Magia Pflueger e Notre Dame vola alle Sweet 16. SF. Austin vicina al colpaccio!

Home NCAA Recap

STEPHEN F. AUSTIN – NOTRE DAME 75-76
(41-42; 34-34)

A volte per entrare nella storia non servono grandi prove offensive o difensive. A volte basta solo un rimbalzo e un successivo appoggio al tabellone per entrare nel cuore dei tifosi: è il caso di Rex Pflueger, guardia di Notre Dame, autore del tap-in che ha consentito ai Fighting Irish di passare alle Sweet 16 nei secondi finali.

Ma andando per ordine: gara inizialmente equilibrata, con i texani che, per rispondere al +5 degli uomini di Mike Brey, firmano un break importante di 9-0 anche grazie a Ty Charles (9 p.). In vantaggio, i Lumberjack tengono gli avversari sotto di 5 punti con TJ Holyfield (15 p.) e Demetrius Floyd (16 p.) ma la pressione di Notre Dame è alta e la rimonta è presto detta: V.J. Beachem (15 p.) con un 3+1 porta avanti nuovamente i suoi, ancora Holyfield e Charles provano a riequilibrare ma alla sirena del primo tempo sono nuovamente avanti i Fighting Irish sul 41-42. Alla ripresa apre Zach Auguste (16 p. 15 r.) con i texani che, con Floyd e Thomas Walkup (21 p 5 a.) provano a mordere le caviglie a Notre Dame, solidamente avanti grazie anche all’aiuto di Demetrius Jackson (18 p). Il canestro dalla media di Beachem può valere il +7, ma le due triple di Floyd valgono il pareggio (64-64) che non viene scalfito nei minuti successivi. Ogni possesso diventa importantissimo. Ancora Floyd e Walkup provano a portare una gloriosa vittoria all’università texana ma l’upset non arriva: Notre Dame ricuce sul -1 con Jackson, Charles prova a chiuderla ma non riesce a mettere il canestro del K.O. A 21” dalla fine Jackson prova il tiro, parapiglia nel pitturato ma la palla finisce a Pflueger che, preso il rimbalzo, riesce nel tap-in a 1.5” dalla fine. Il tiro finale di Geffrand non arriva neanche al ferro. Finisce 75-76 e per Notre Dame è nuovamente Sweet Sixteen grazie all’uomo più inatteso.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.