Nulla di fatto nell’investigazione della NBA sulla firma di Kirlenko con i Nets

Home

Kirilenko-and-Prokhorov-pic

Secondo quanto riportato da Fred Kerber del New York Post, almeno un proprietario tra le trenta franchigie avrebbe chiesto alla NBA di fare maggior luce sulla firma del russo Andrei Kirlenko con i Brooklyn Nets in estate. La Lega ha svolto le dovute indagini, non trovando però nulla di illegale.

Dopo la firma di Kirlenko con i Nets infatti era balenata l’ipotesi maliziosa di un possibile “accordo segreto” tra il giocatore e il proprietario della squadra suo connazionale Michail Prochorov. I dubbi sono sorti quando Kirilenko è uscito dal proprio contratto con i Minnesota Timberwolves, con cui avrebbe guadagnato 10 milioni di dollari la prossima stagione, diventando free agent e firmando poi con i Brooklyn Nets per soli 3.2 milioni l’anno.

“Vecchi stereotipi” – aveva commentato Prochorov in Luglio, al momento della firma di Kirilenko, riguardo il polverone sollevato – “io rispetto tutte le regole della NBA e mi comporterò di conseguenza. Ma voglio sottolineare ancora, come ad esempio con la luxury tax, che sono disposto a tutto pur di vincere un titolo, ma seguendo le regole. Per favore, non dubitatene”.

[banner align=”aligncenter”]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.