Obradovic: “Che altro dire se non congratulazioni a Milano? Ad oggi noi non siamo una squadra”

Coppe Europee Eurolega Home

Zeljko Obraovic, coach del Fenerbahce BEKO Istanbul, ha commentato la sconfitta dei turchi al Mediolanum Forum contro l’Olimpia A|X Armani Exchange Milano.

Che altro dire se non congratulazioni a Milano? Credo che abbiano giocato un’ottima partita e che meritassero di vincere ampiamente. Hanno controllato la gara per 40 minuti. Come allenatore cerchi sempre di capire certe cose. È ovvio che nel mio team ci sono molti giocatori di qualità, ma ad oggi noi non siamo una squadra. La ragione di ciò è probabilmente che abbiamo giocato senza concentrazione. Abbiamo iniziato la contesa in un modo molto brutto, senza fare nulla che avevamo preparato prima della partita. Abbiamo concesso 21 punti nell’ultimo quarto e abbiamo commesso solo 1 fallo. È difficile giocare a basket, guardare il punteggio dell’altra squadra e avere solo un fallo. Probabilmente dobbiamo guardarci dentro, non è la prima volta che accede. Tutto può succedere: puoi avere una brutta giornata, puoi tirare la palla e non segnare, ma se vuoi davvero giocare e vincere la gara, provi a fare di tutto, incluso un modo corretto di spendere i falli. E noi non l’abbiamo fatto. Abbiamo giocato contro una squadra eccellente, quindi io capisco che non sia facile, ma sarebbe stato molto meglio se avessimo provato a giocare nel modo in cui abbiamo preparato la sfida”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.