Olimpia Milano, il PalaDesio è sold-out per la sfida al Panathinaikos

Coppe Europee Eurolega Home

Restano in palio tre posti per i playoff di EuroLeague con appena tre gare da giocare. In corsa ci sono addirittura sette squadre, tre delle quali hanno 12 vittorie e sono sostanzialmente chiamate a fare filotto e vincerle tutte per avere una possibilità. Poi ci sono le quattro a quota 14 successi: tra queste figura l’Olimpia e figura anche l’avversaria di venerdì alle 20.45 al Pala Banco Desio (tutto esaurito) ovvero il Panathinaikos. E’ chiaro che il destino di tutte queste squadre (a 14 ci sono anche Baskonia e Olympiacos) potrebbe essere deciso anche dai risultati altrui. Ma non è ancora il momento di fare i conti, perché prima serve battere il Panathinaikos. E’ la madre di tutte le partite, almeno in attesa che ve ne sia un’altra. Suona più come uno spareggio per l’Olimpia che per il Panathinaikos, che ha un calendario migliore. Ma anche questi sono discorsi da “day after”. Adesso invece bisogna solo pensare a vincere: farà lo stesso il Panathinaikos, che ieri ha dominato la gara con Baskonia prima di rischiare di perderla.

Ad aggiungere un pizzico di ironia della sorte: Mike James sfida la sua ex squadra dove ha tanti ex compagni. E lo stesso farà Keith Langford che a Milano ha lasciato un ricordo indelebile. Si sfidano anche i primi due della classifica degli assist, Nick Calathes e Mike James. MJ però è anche primo realizzatore, primo nella valutazione, primo nei minuti giocati (Calathes è terzo) ed è reduce da un periodo stupefacente: a febbraio è stato MVP della competizione, a marzo è stato MVP del Round 26 e ha avuto la valutazione più alta (record personale) nel Round 27. Calathes invece è primo nelle palle rubate. L’Olimpia ha vinto la gara di andata ad Atene, vincendo andrebbe 2-0 negli scontri diretti: potrebbe aiutare molto, in una classifica così stretta, senza precedenti, ma per quanto la volata sia ormai a pieno regime la realtà è che esistono ancora troppe combinazioni di risultati possibili per fare tanti calcoli.

L’Olimpia è rientrata da Madrid, con un pizzico di amarezza per una sconfitta che nel gruppo è considerata immeritata per tanti motivi, nella notte. Nel pomeriggio svolgerà l’ultimo allenamento nella sua “casa” al Mediolanum Forum. Domani mattina si trasferirà a Desio per la sgambata finale e la partitissima. Sono annunciati almeno 300 tifosi del Panathinaikos: l’Olimpia avrà bisogno del suo pubblico, meno numeroso del solito per motivi ovvi di capienza, ma in una bomboniera che ribollirà di passione, per superare i verdi di Atene che nel girone di ritorno sono 8-5 e si sono rimessi decisamente in corsa vincendo a Mosca con la tabellata fortuita di Nick Calathes.

FONTE: Ufficio Stampa Olimpia Milano

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.