Olimpiadi Tokyo 2020, Canada e Australia non parteciperanno se non ci sarà il rinvio

Home Nazionali News

Presa di posizione autorevole da parte di Canada e Australia, due nazioni che nella scorsa Olimpiade si spartirono 51 medaglie: o si rinvia il tutto oppure non manderemo i nostri atleti. Dunque, sebbene il Comitato Olimpico prenderà una decisione entro il 15 aprile, entrambi gli stati hanno già chiesto al Cio di rinviarle all’anno successivo; così come già accaduto per gli Europei di calcio.

Martin Richards, capo della comunicazione del comitato nordamericano ha scritto: “Chiediamo urgentemente di rinviare i Giochi di un anno e offriamo al Cio il nostro pieno supporto per aiutarlo a superare tutte le complessità della riprogrammazione: nulla è più importante della salute e della sicurezza dei nostri atleti e della comunità mondiale. Con l’epidemia Covid-19 e i rischi ad essa associati, non sarebbe sicuro per i nostri atleti e per la salute e la sicurezza delle loro famiglie e della più ampia comunità canadese continuare ad allenarsi verso un’edizione dei Giochi in programma quest’anno. Siamo nel mezzo di una crisi sanitaria globale che è molto più importante dello sport”.

Mentre, il Comitato Australiano ha emanato una nota nella quale si evince che: “Abbiamo concordato all’unanimità di non essere in grado di poter mettere assieme e gestire un team nelle mutevoli e gravi circostanze che si stanno verificando in patria e all’estero”. Detto ciò, il Comitato ha già comunicato ai suoi atleti di prepararsi per l’edizione dell’Olimpiade di Tokyo che si terrà nel 2021.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.