L’Olympiacos sul velluto firma la terza vittoria casalinga. Il Fenerbahce si sveglia troppo tardi

Coppe Europee Eurolega Home

OLYMPIACOS PIRAEUS – FENERBAHCE ISTANBUL 71-62
(18-9; 22-12; 18-19; 13-22)

Vittoria facile ma non troppo per l’Olympiacos, che schianta un Fenerbahce rimasto sul Bosforo nei primi 20′ minuti, ma guerriero e implacabile nell’ultima frazione. La superiorità locale emerge già nei primi minuti, con Birch trascinatore per il +8. I turchi non riescono ad arrivare alla doppia cifra, firmando solo 9 punti contro i 18 dei biancorossi, e al canestro di Vesely risponde Young (18-9). I greci dilagano, trovando la tripla del +10 dalle mani di Lojeski. Vesely predica nel deserto, la squadra non riesce a girare e le quattro bombe complessive di Green e Papapetrou valgono il raddoppio di 20 lunghezze che spezza in due la gara. I minuti passano, l’Olympiacos sbaglia pochissimo al tiro,  ma la tenacia dell’ala ceca (14 punti su 21 nei primi 20′ min) salva dalla peggior figuraccia i gialloblu (40-21).
La gara continua sullo stesso filo anche nel terzo periodo, con i padroni di casa che vedono una vasca da bagno al posto del canestro. Ma il Fenerbahce sembra svegliarsi dal tepore dei quarti iniziali, con Datome e Sloukas che si uniscono a Vesely. Le distanze rimangono comunque sulle 20 lunghezze, nonostante la tripla finale di Antic riduca di due soli punti il solito scarto (58-40). La gara sembra volgere inesorabilmente verso il termine, sennonché gli uomini di Obradovic hanno un moto d’orgoglio nei minuti seguenti: Dixon apre al parzialone di 5-18 con Datome e soprattutto Vesely in grande spolvero. La tripla del play naturalizzato turco vale il -4, Spanoulis risponde con il layup e Lojeski chiude una partita già probabilmente chiusa da tempo (71-62).

OLYMPIACOS PIRAEUS: Lojeski 14 p., Papapetrou 12 p., Green 11 p.

FENERBAHCE ISTANBUL: Vesely 22 p., Sloukas 10 p., Datome p.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.