Adecco Gold Playoffs:In gara1 è dominio Capo d’Orlando

Home

tifo

 

Partita condotta dal primo fino all’ultimo minuto dagli uomini di coach Pozzecco che non lasciano scampo ad una Barcellona smarrita e a tratti impaurita. Fantastica la cornice di pubblico del Palafantozzi con le due tifoserie che hanno “duellato”per tutti e quattro i quarti. La serie è appena cominciata ma Capo d’Orlando ha dato già un segnale di forza a Barcellona e alle altre avversarie. Ecco la cronaca della gara:

 
C’è grande tensione negli occhi dei giocatori prima della contesa e i primi due minuti rispecchiano pienamente lo stato d’animo di entrambi i quintetti: tiri forzati,palle perse e risultato fermo sullo 0-0! A sbloccare questo risultato calcistico ci pensa Archie con un tiro da tre punti che fa subito esplodere il palazzo. Sbloccato il risultato si sblocca anche Soragna con due tiri liberi e Archie,dopo una buonissima difesa,segna altri due punti che costringono al time out coach Calvani sul punteggio di 7-0. Il coach barcellonese scuote bene i suoi che rispondono con un break di 6-0 firmato Fantoni-Young che porta il punteggio sul  7-6 a cinque minuti dalla fine del primo quarto. Nicevic seda la truppa barcellonese con un jumper dalla media e Portannese si iscrive alla partita con un comodo layup  per un contro break di 4-0 interrotto solo dalla bomba di Filloy. Da questo punto fino 2 minuti dalla fine è monologo Orlandina che inzia a martellare il canestro avversario volando sul +14(23-9)prima che un positivo Ganeto e un redivivo  Collins chiudano i primi 10 minuti sul 23-17.

 
Barcellona apre il secondo quarto con un 4-0 di parziale riportandosi a solo due lunghezze di distanza da Capo d’Orlando. Mays si iscrive alla partita con una tripla(26-23) ma il terzo fallo di Nicevic  a 7 minuti del terzo quarto preoccupa coach Pozzecco. La partita diventa un po’ bruttina con tanti errori da entrambi i lati ma gli orlandini  sbagliano meno dei barcellonesi e a 4 minuti dalla fine si ritrovano sul +12 (35-23). Calvani è costretto al timeout che sortisce gli effetti sperati: break di 6-0 e contro timeout chiamato da Pozzecco. Benevelli segna il 37-29 subito dopo la sospensione, ma una bomba di Filloy  e i liberi trasformati da Collins per un tecnico a Soragna fissano il punteggio sul 37-34. L’inerzia della gara sembra passata nelle mani di Barcellona che però nell’azione successiva commette una piccola ingenuità con Fantoni che frana su Laquintana in procinto di tirare da tre punti. Il giovane playmaker pugliese fa 3/3 ai liberi portando il punteggio sul 40-34. Young  da due, Soragna con due liberi e Toppo sulla sirena mandano le due squadre a riposare sul 42-38.

 
Si rientra in campo con le squadre che segnano poco nei primi 3 minuti della terza frazione (46-40) e c’è da segnalare il 4 fallo di Nicevic che torna a sedersi in panchina. Capo d’Orlando accusa il contraccolpo e  in rapida successione prende un canestro da sotto di Ganeto e una bomba da Young per il 46-45. Archie decide di suonare la carica con 5 punti consecutivi che valgono il +5 (51-45) e da questo momento in poi è blackout Barcellona. Mays,Basile e un positivissimo Benevelli segnano a ripetizione fino alla fine del terzo quarto portando l’Orlandina sul + 14 (62-48) e facendo espoldere di gioia i tifosi.

 
Barcellona sembra stordita e in avvio degli ultimi 10 minuti  subisce un canestro troppo facile da  Benevelli e una bomba da  Mays che valgono il 67-50. Calvani chiama timeout per cercare di svegliare la squadra ma c’è poco da fare perché Capo d’Orlando è caldissima e scappa sul + 23 con un Mays che non sbaglia più nulla. Sul  73-51 manca solo la ciliegina sulla torta per gli orlandini e a metterla è uno schiaccione di Archie che infiamma il Palafantozzi a 3 minuti dalla fine 75-52. Gli ultimi minuti di partita sono poco più di una formalità con Barcellona che non difende più e con Capo d’Orlando che prova giocate ad effetto per divertire il pubblico. La gara si chiude col punteggio di 82-60 e per Barcellona ci sono appena 24 ore per riprendersi da questa sconfitta e provare ad infastidire una Capo d’Orlando che  ha giocato una partita straordinaria.

 

 

Upea Capo d’Orlando – Sigma Barcellona 82-60 (23-17)(42-38)(62-48)

Upea Capo d’Orlando: Basile 5, Soragna 8, Laquintana 5, Benevelli 10, Nicevic 6, Portannese 9, Mays 20, Archie 19, Ciribeni, Valenti. All: Gianmarco Pozzecco

Sigma Barcellona: Young 16, Toppo 4, Maresca 4, Natali 1, Collins 7, Filloy 13, Ganeto 5, Iurato ne, Pinton 3, Fantoni 7. All: Marco Calvani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.