Pagelle Italia-Lituania: grande apporto dei “bresciani”, bene Polonara

Nazionali News

ITALIA

ARADORI 6: litiga molto con il ferro, causato soprattutto da una forte difesa a uomo dei lituani, ma riesce a mettere a segno alcune zampate importanti e a dare una mano sotto i tabelloni

GENTILE 6: l’ariete prova a farsi largo con le sue penetrazioni con buoni risultati, convince ancora poco con il tiro da fuori

BILIGHA 6,5: roccioso sotto i tabelloni: riesce a contenere bene difensivamente i pari ruolo avversari e a rimbalzo in attacco è tra i più coraggiosi e produttivi a strappare la palla e dar via a seconde occasioni. Ci aggiungiamo anche una grande stoppata dopo aver contenuto la penetrazione di Juskevicius

VITALI L. 7: l’aria di casa fa bene al regista della Leonessa; quando lui è in campo, la squadra gira bene e riesce spesso a trovare un vantaggio in attacco grazie alle sue letture che favoriscono i compagni, come dimostrano gli 8 passaggi vincenti di stasera. Propizia anche tre recuperi.

FILLOY 6-: non è la sua serata purtroppo; il suo tiro da fuori fa registrare uno 0/4 e in penetrazione è ben contenuto da Kalnietis, che non lo lascia mai passare.

RICCI 6: esordio con tripla, solo 5′. Va bene così per ora.

ABASS 7+: nel momento di maggiore difficoltà nel secondo quarto, Sacchetti decide di gettarlo nella mischia. Risultato? 10-0 di parziale con 7 punti dell’ala classe ’93, tra cui una tripla da distanza alla Steph Curry. Lotta su ogni pallone vagante in difesa, molto attento anche lontano dalla palla contro un brutto cliente come Giedraitis.

TONUT 6-: mette il suggello all’inizio, ma nulla più. Non sembra mai veramente entrare in partita.

VITALI M. 6+: percentuali d’attacco poco confortanti per il giocatore di Andorra. Tuttavia l’atteggiamento difensivo è quello giusto e sebbene ecceda di fisicità contro i lituani, dimostra di non averne timore.

BURNS 6: per un giocatore abituato di più a muoversi costantemente, è difficile superare il muro difensivo in area dei baltici. Ancora di più lo è nell’altra metà campo dove in un paio di situazioni paga anche la mancanza di centimetri

POLONARA 7: si capisce sin dall’inizio che per lui è una serata particolare. E’ l’uomo più in forma in campo, sempre nel vivo del gioco e anche uno dei più bravi a sfuggire al tagliafuori difensivo degli avversari

SACCHETTI 6,5: mette la solita energia e intelligenza in campo in favore della squadra, poi quando tocca a lui la responsabilità si prende l’unica tripla della sua serata. Una sentenza.

 

COACH SACCHETTI 7+: sotto questa vittoria c’è molto della sua impronta. Ottima gestione dei giocatori a seconda delle energie e del momento della partita (Abass nel secondo quarto e Sacchetti nel finale su tutte) per risolverla a proprio favore. Contro la grande fisicità e aggressività dei lituani, oltre ai difficili confronti in post-basso con i quintetti piccoli, trova un’ottima risposta dai suoi giocatori sia nel chiudere l’area sia nel contestare i tiri, soprattutto quelli da fuori.

LITUANIA

Kalnietis 7,   Juskevicius 5,   Maciulis 6.5,   Seibutis 6+,   Geben 6,   Echodas 6,   Girdziunas 5.5,   Bendzius 5.5,  Giedraitis 6,   Zelionis 6+,   Butkevicius 6              Coach Adomaitis 6

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.