Pallacanestro Cantù, pagata la rata FIP: ora tocca ridurre il roster

Home Serie A News

Stando a quanto riportato dall’edizione odierna di Spicchi d’Arancia, la Pallacanestro Cantù, nella giornata di oggi, ha pagato la rata FIP del valore di 74mila euro, confermando la capacità di garantire le risorse necessarie per la gestione ordinaria, di cui è incaricata la dirigenza che sta guidando la transizione dopo il passo indietro di Dmitry Gerasimenko. L’obiettivo, da raggiungere tramite la ricerca di nuovi soci, resta quello di portare a termine la stagione in corso. Per fare ciò, verosimilmente, la dirigenza sceglierà di ridurre i costi per il personale giocatori: di preciso, Jonathan Tavernari (richiesto da Scafati, Cagliari e Cassino, ndr) sarebbe in uscita così come Davon Jefferson. Al tempo stesso, però, per evitare di compiere scelte affrettate (vedasi il caso Mitchell, ndr), la dirigenza brianzola prosegue la ricerca di un supporto per la gestione dell’area tecnica che possa occuparsi del mercato. Nonostante non abbia ricevuto chiamate ufficiali dalla società, nelle ultime ore sta prendendo sempre più quota la pista che porta a Bruno Arrigoni, 73enne dirigente vantante un certo feeling con il mondo canturino.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.