Patrick Beverley: “Odio chiunque non sia nella mia squadra, i Rockets mi hanno fatto inc*****e!”

Home NBA News

I trash-talkers non mancano di certo nella NBA di oggi, ma se si pensa ad un giocatore in grado di far arrabbiare gli avversari, uno dei primi nomi che viene in mente è sicuramente quello di Patrick Beverley: l’ex giocatore dell’Olympiacos ha la fama di essere un ottimo compagno ma un pessimo avversario, capace di entrare sottopelle a chiunque si trovi davanti con le sue giocate al limite e la sua bocca sempre in movimento.

In una lunga intervista rilasciata a SportsCenter, l’attuale playmaker dei Clippers ha dichiarato: “I miei nemici? Tutti quanti. Se non sei nella mia squadra, allora non mi piaci per niente. Non voglio essere arrogante o cattivo, è solamente il mio modo di comportarmi. Rispetto tutti, ma molti giocatori mi stanno antipatici per qualche motivo. Se non sei nella mia squadra, lo odi; ma se fai parte della mia squadra lo ami perchè sono il genere di giocatore disposto a correre contro un muro per te. Sono uno di quelli che anche se siamo sotto di 30, per me la partita non è finita“.

Beverley in seguito è tornato a parlare della “faida” tra lui e Russell Westbrook: “Per qualche ragione, 6 o 7 anni fa lui ha pensato che avessi fatto apposta a farlo infortunare. Ovviamente non era mia intenzione, era un’azione di gioco, per questo non chiederò scusa per ciò che ho fatto, è un suo problema“.

In questo momento i Clippers si trovano in lotta per il sesto posto ad Ovest, e nel caso dovessero raggiungerlo, affronterebbero Houston al primo turno: i Rockets sono proprio l’ex squadra di Beverley, che due estati fa lo hanno spedito ai Clippers nella trade che ha portato Chris Paul alla corte di coach D’Antoni; a tal proposito Beverley ha dichiarato: “Non m’interessa chi affronteremo ai playoffs, l’unica cosa che conta è andarci ed è l’obiettivo della nostra stagione. Certamente sono ancora inc*****o per lo scambio di due estati fa“.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.