Paul George dopo la disfatta: “Mi piacerebbe restare ai Thunder, ma è presto per dirlo”

Home NBA News

E’ stata una gara estremamente negativa per Paul George quella che ha condannato gli Oklahoma City Thunder alla seconda eliminazione consecutiva al primo turno dei Playoffs: l’ex Pacers ha segnato la miseria di 5 punti con 2/16 dal campo ed un ultimo quarto ai limiti dell’imbarazzante per il poco coinvolgimento nell’attacco della sua squadra (è anche diventato il settimo giocatore di sempre a chiudere una gara di Playoffs con 5 o meno punti prendendosi almeno 15 tiri).

La situazione di PG è particolarmente scottante perché questa estate potrà declinare la Player Option (da quasi 21 milioni di dollari) diventando un free agent senza restrizioni, e anche se le sirene giallo-viola dei Los Angeles Lakers rimangono insistenti il giocatore nel post-partita ha manifestato la propria intenzione di restare ad OKC, mantenendo però la porta aperta a qualsiasi scenario:

C’è stato molto di cui essere felici [in questa stagione, ndr]: i tifosi, l’organizzazione, è stato tutto incredibile. Cosa farò in estate? E’ troppo presto per dirlo, adorerei rimanere ai Thunder, ma è a questo che serve l’estate. Ci penseremo in estate.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.