Paul George: “Il gioco è cambiato, ora servono i Superteam per vincere”

Home NBA News

Paul George ha deciso quest’estate, un po’ a sorpresa, di rinnovare con gli Oklahoma City Thunder per riformare il duo con Russell Westbrook e tentare l’assalto all’anello che la scorsa stagione è fallito miseramente con l’eliminazione al primo turno dei Playoffs. PG ha parlato al Washington Post della NBA attuale, spiegando che per vincere e sconfiggere i Golden State Warriors, i favoriti anche per quest’anno, c’è bisogno di formare altri Superteam, ovvero squadre che mettano insieme più stelle.

Nessuna squadra ha vinto un titolo con un solo giocatore come star. Non è più quell’era. Non sono sicuro di come i veterani, le leggende del gioco, non capiscano questa cosa. E’ un gioco diverso adesso. Invece questi ragazzi arrivano e dicono che siamo diversi da loro. Non l’ho mai capito, perché chi vorremmo prendere in giro se provassimo a vincere contro gli Warriors singolarmente? Il miglior giocatore della nostra Lega [LeBron James, ndr] non ci è riuscito. Ha subito uno sweep. Quindi ciò dimostra cosa serva per vincere. Perché c’è bisogno di più giocatori con talenti diversi e abilità diverse per vincere.

In passato, i giocatori rimanevano quasi sempre nella stessa squadra. Stava al front office costruire intorno a un atleta, e a quell’atleta poi vincere dei titoli. Oggi è diverso… I giocatori lo capiscono e sappiamo cosa serve per vincere.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.