Paul George spaventa la NBA: i suoi primi 44 minuti con i Clippers sono stati irreali

Home NBA News

Impatto devastante per Paul George sui Los Angeles Clippers. Dopo aver bagnato il suo esordio con la nuova maglia con una prova da 33 punti in 24 minuti, PG riesce addirittura a superarsi nella sua prima gara da padrone di casa allo Staples Center: 37 punti in 20 minuti sul parquet nel successo 150-101 sui malcapitati Atlanta Hawks.

L’ex Thunder ha realizzato 15 dei primi 22 punti dei suoi nel primo periodo, chiudendo con 10/17 al tiro, 6/11 da tre e 11 ai liberi, per un +28 di plus/minus. Numeri che, sommati a quelli della prima gara, spaventano tutte le altre contender e valgono a George una serie di record: è soltanto la seconda volta negli ultimi 65 anni che un giocatore riesce a segnare 37 o più punti giocando meno di 20 minuti. Inoltre nessuno era mai riuscito a totalizzare 70 punti nei primi 44 minuti in campo con una nuova squadra.

A fine partita George attribuisce il merito alle sue spalle e chiede ancora di più a se stesso: “Non mi sentivo così bene da tantissimo tempo, ho delle spalle nuove di zecca ed è tutto merito loro. Oggi però sarebbe potuta essere la mia prima partita da 50 punti con i Clippers, non mi accontento di queste due prestazioni”.

Chiari messaggi a tutti i naviganti, tenendo anche presente il fatto che nelle ultime due gare Kawhi Leonard è rimasto a riposo e che perciò i due non hanno ancora mai giocato insieme.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.