Pazzesca prestazione offensiva di Cremona che vince contro Pesaro

Home Serie A Recap

VL PESARO 106-122 VANOLI CREMONA

(23-35, 30-31, 18-28, 35-28)

Cremona trova finalmente le triple che tutti si aspettavano a inizio stagione: 50% con 20/40 e a parte una difesa rivedibile e qualche palla persa di troppo nel primo gioca una partita offensiva quasi perfetta (23 assist e anche il 66% da due), trovando una grande prova balistica di Tre Demps dopo le voci di possibile turnover con Stojanovic e la solita partita a 360° di Saunders (13 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi e 2 stoppate). Per Pesaro 30 punti di McCree e 27 per Blackmon e Mockevicius, predicando un po’ nel deserto e giocando una pallacanestro a tratti troppo solitaria.

Parte fortissimo la Vanoli con Ruzzier che segna 8 punti senza errori dal campo e in generale Cremona tira benissimo da tre punti controllando i rimbalzi (massimo vantaggio sul 6-20). Pesaro all’inizio va a segno quasi solo dalla lunetta ma poi si sblocca e con un parziale di 12-0 ispirato da McCree e dalle palle perse cremonesi ritorna a solo due lunghezze di distanza. Cremona però continua a giocare magnificamente in attacco e con 35 punti segnati nei primi 10 minuti chiude avanti di 12 il primo quarto (23-35). La VL approfitta ancora delle tante palle perse di Cremona che però, con il quintetto piccolo causa problemi di falli, continua a colpire dall’arco con quasi (10/19 al 15′) e tirare dal campo con oltre il 60%. McCree con le sue penetrazioni arriva a quota 19 e tiene viva Pesaro che comunque in attacco trova soluzioni con continuità ma in difesa viene bucata a ogni azione e subisce 66 punti in 20′, 15 dei quali da un ottimo Demps (53-66).

Cremona non smette di giocare ai limiti della perfezione in attacco (ferma alle 9 perse di metà secondo quarto) e raggiunge anche il massimo vantaggio sul +21 (poi ritoccato a +25) prima delle due triple di Blackmon e McCree. Ma ancora Demps, scollinando quota 20, e Ricci, che si iscrive al festival delle triple, spingono la Vanoli oltre i 90 punti prima della fine del terzo quarto. Il quarto quarto è puro garbage time, con Cremona che molla un po’ la presa ma supera presto i 100 punti segnati, e che serve solo a Crawford, Blackmon e Mockevicius per rimpinguare il proprio bottino.

Pesaro: Blackmon 27, McCree 30, Artis 8, Murray 9, Conti , Bonci NE, Centis NE, Ancellotti 2, Monaldi 3, Shashkov NE, Zanotti, Mockevicius 27.

Cremona: Saunders 13, Baggi NE, Gazzotti 4, Diener 15, Ricci 7, Demps 24, Ruzzier 14, Mathiang 10, Crawford 23, Aldridge 12.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.