Pesaro corsara a Bologna! Contro la Fortitudo arriva il primo successo stagionale

Serie A Recap

Fortitudo Pompea Bologna 77 – 80 Carpegna Prosciutto Pesaro

(18-22; 34-41; 51-62; 77-80)

 

Alla prima giornata del girone di ritorno arrivano i primi due punti stagionali della Carpegna Prosciutto Pesaro che si aggiudica una sentitissima sfida sconfiggendo 80-77 la Fortitudo Pompea Bologna. Un successo più che meritato quello della compagine pesarese che è stata brava a capitalizzare al massimo la serata a dir poco disastrosa di Bologna al tiro da fuori (6/25 da tre per gli uomini di Martino che a 3’ dalla fine avevano un 3/21 dai 6.75 metri) e a tenere in mano il pallino del gioco per quasi tutti i 40’ grazie soprattutto alle prestazioni maiuscole di Vasa Pusica (15 punti), Troy Williams (17 punti) e Leonardo Totè (12 punti e 10 rimbalzi). Troppo tardiva la reazione di una Fortitudo – a cui non sono bastati Pietro Aradori (21 punti), Henry Sims (16 punti e 19 rimbalzi) e Maarten Leunen (16 punti) – che a tratti è apparsa troppo leziosa e protagonista di un gioco in punta di fioretto ma poco lezioso. Nonostante ciò a 13” dalla fine Sims si è trovato nelle mani la tripla di un pareggio che fino a pochi istanti prima pareva insperato. Pesaro si porta così a casa due punti utili a fare morale, anche se la situazione di classifica resta a dir poco disperata.

Un Sims dominante sotto le plance (5 rimbalzi e 3 stoppate in poco più di 5’) da una parte e l’accoppiata Barford-Williams dall’altra segnano il passo di un avvio di gara molto equilibrato (8-7). Robertson e Sims provano a spezzare la sostanziale parità con un paio di guizzi ma dall’altra parte Pesaro replica con un paio di buone difese che i ispirano i facili contropiedi di Barford e Williams per il 13-13 a 3’ dal primo mini-intervallo. Totè e Pusica fanno il resto allungando il parziale fino all’13-5 che vale il nuovo massimo vantaggio dei marchigiani al suono della sirena (18-22). Le seconde linee biancoblu faticano almeno nelle prime battute della seconda porzione del primo tempo a reggere il passo dei biancorossi che grazie ai tre liberi di Williams e ai canestri di Miaschi e Mussini si spingono addirittura fino al +12 approfittando di un clamoroso blackout offensivo felsineo (22-34 a 4’22” dall’intervallo). Per sbloccare la Pompea servono nove punti consecutivi di Leunen che tiene in linea di galleggiamento i suoi e assieme a Cinciarini permette loro di rientrare negli spogliatoi con sole sette lunghezze di svantaggio (35-41), un affare per come si erano messe le cose.

Pusica apre le danze del secondo tempo con la tripla della nuova doppia cifra di vantaggio della Carpegna Prosciutto, a cui risponde Aradori con cinque punti di fila che rilanciano le quotazioni della Pompea che sale di colpi anche in difesa e in un amen, grazie anche ad un tecnico fischiato alla panchina biancorossa, rientra a -2 (44-46) confezionando un break di 12-2. Williams, Barford e Totè dall’altra fermano però con prontezza il parziale riportando Pesaro a +10 (44-54). Tutto da rifare per l’Aquila che nel momento del bisogno si aggrappa ad Aradori e Daniel per non capitolare al cospetto di una “Vuelle” gagliarda e capace di chiudere la terza frazione con la schiacciata del +11 di Eboua, lesto a beffare una non impeccabile difesa fortitudina e a infilare il 51-62 ospite. Barford e Mussini ad inizio quarto quarto scrivono il nuovo massimo vantaggio pesarese che arriva fino al +15 (51-66). Fantinelli e Sims provano a dare la scossa alla Pompea che a 5’44” dalla fine ritorna a -9 (57-66). Dall’altra parte però Pesaro risponde colpo su colpo con Pusica e Toté allungando nuovamente a +12 a 3’24 dalla fine. Uno strappo che permette ai biancorossi di allungare le mani sulla prima vittoria stagionale.

Fortitudo: Robertson 9, Aradori 21, Cinciarini 3, Mancinelli 0, Franco NE, Dellosto NE, Leunen 13, Sims 16+19r+7a, Fantinelli 8, Daniel 7, Stipcevic 0. All. Antimo Martino.

Pesaro: Barford 12, Drell 0, Mussini 9, Williams 17, Pusica 15, Miaschi 5, Eboua 4, Thomas 0, Totè 12+10r, Zanotti 7. All. Giancarlo Sacco.

Qui trovate le statistiche complete della gara.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.