Pesaro

Pesaro piazza il colpaccio in casa di una Fortitudo mai doma

Serie A Recap

FORTITUDO BOLOGNA 77 – VUELLE PESARO 79

(25-25; 16-31; 17-12; 19- 11)

Un match moto importante quello andato in scena tra Fortitudo Bologna e Vuelle Pesaro, appaiate a 18 punti in classifica e con il vantaggio 1-0 della Effe negli scontri dirette. Entrambe oscillano tra la soglia dei playoff e la ricerca della salvezza matematica prima possibile. La squadra di casa è priva del lungodegente Saunders e di Withers, colpito in settimana da una forte tonsillite. Per la VL invece rientra Robinson dopo essere guarito dal C0vid-19 ma dopo 2’35” esce dal match Delfino per infortunio.

Una gara, come previsto, molto equilibrata, seppur a strappi. Il finale punto a punto mostra una partita dal doppio volto per entrambe le formazioni che, nonostante i parziali avversari, non hanno mai mollato. Le rotazioni ridotte e un po’ di freddezza nel finale sono costati cari a Bologna che, alla fine, ha ceduto a Pesaro. Ottima la coppia Totè (21 punti) e Hunt (16 punti). Per la squadra di Repesa arriva una grande vittoria corale dopo 5 sconfitte consecutive. Le chiavi sicuramente nella percentuale da 3 nel primo tempo e nei rimbalzi offensivi nel finale.

CRONACA

Avvio molto equilibrato all’Unipol Arena con Totè che si carica i suoi sulle spalle come nella partita d’andata, approfittando del contributo di Hunt. Risponde Tambone con ottime percentuali da dietro l’arco. Banks prova il primo allungo sull’11-5 ma Filipovity ricuce lo strappo. Nel frattempo Delfino esce dal campo per un infortunio al piede. Aradori e la coppia Totè e Hunt tentano un nuovo assalto, riuscendo a portare la Effe sul +8. Zanotti, Filloy e Tambone cancellano tutto di nuovo da dietro l’arco, poi Robinson sulla prima sirena impatta sul 25-25.

La volata di fine primo quarto lancia Pesaro che continua a essere letale dai 6,75 con percentuali irreali (12/20 a fine 2° quarto).Filloy e Robinson accelerano, poi Massenat piazza il +12. Baldasso ferma l’emorragia di 0-14 ma la Fortitudo fatica a ritrovare la fluidità di inizio partita. Totè e Hunt provano ancora a dare la scossa nel pitturato ma Filipovity, e Eboua, dall’altra parte, segnano il +15. Metà gara termina sul 41-56.

Nella ripresa si abbassano i ritmi e, punto dopo punto, Totè e Hunt rimettono decisamente in gara Bologna. Aradori si fa sentire dall’arco mentre la VL si ferma in attacco. Aradori firma il -2 (break di 12-2) ma Filipovity piazza la tripla che rilancia la squadra di Repesa. Zanotti e Massenat riallungano, chiudendo il terzo periodo 58-68.

Banks e Aradori si rimettono in moto, segnando due triple, poi ancora la coppia Hunt-Totè in area. La Fortitudo pareggia i conti dopo diversi minuti sul 70-70 ma è ancora Massenat a spezzare l’incantesimo. Banks mette a segno un 3+1 che porta in vantaggio i suoi; Cain e la tripla di Filloy rovinano ancora i piani dei padroni di casa (-3). Baldasso pareggia a 1’17” dal termine, Robinson in penetrazione riporta l’inerzia dalla parte dei suoi con 1’ da giocare. Si pasticcia con le rimesse ed è bagarre nei passaggi: la Fortitudo recupera la palla con cui potrebbe pareggiare (o vincere) non riesce nell’impresa, pur con qualche dubbio sui contatti finali. Termina 77-79.

TABELLINI:

FORTITUDO BOLOGNA: Banks 12, Aradori 16, Mancinelli 2, Manna n.e., Hunt 16, Pavani, Fantinelli 4, Baldasso 6, Cusin, Totè 21

Coach Dalmonte

VUELLE PESARO: Drell, Massenat 14, Filloy 12, Cain 6, Robinson 10, Tambone 12, Mujakovic n.e., Eboua 2, Serpilli n.e., Filipovity 16, Zanotti 7, Delfino

Coach Repesa

Clicca qui per il boxscore completo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.