Verso Pesaro – Torino, le parole di Galbiati e dei vice Calbini e Comazzi

Serie A News

FIAT Torino e Vuelle Pesaro si sfidano in un match chiave per la lotta salvezza.

Paolo Calbini, assistant coach dei padroni di casa che in settimana si sono affidati alla guida tecnica di Boniciolli, presenta così la partita:
“Si tratta di una squadra che in attacco ha molto talento, con tanti giocatori con punti nelle mani e buone qualità individuali. Realizza molto, come abbiamo visto anche nelle ultime partite, anche se sono arrivate delle sconfitte per la squadra che da poco ha visto il ritorno di Paolo Galbiati in panchina. Da un punto di vista dei singoli, come play hanno il nostro ex Dallas Moore che conosciamo bene, mentre nel settore guardie possono contare su Carr che è in un ottimo periodo e sta segnando molto. Dalla panchina hanno Poeta, giocatore di grande esperienza e anche Hobson è temibile. Come lunghi hanno anche Wilson che ha molta esperienza europea e può sia realizzare da fuori che giocare in post basso. McAdoo parte da ‘4’ ma spesso finisce per giocare da ‘5’ dato che ha tiro da fuori e sa attaccare bene fronte a canestro. Jaiteh e Cusin completano il roster portando molta qualità. Ho visto sensazioni positive in settimana e ora vanno trasferite domenica in partita. I ragazzi si sono allenati bene, per battere la Fiat dovremo fare un match di grande energia e sarà necessario mettere in campo anche molta intensità difensiva, oltre a non mollare per tutti i 40 minuti”.

Queste invece le parole del torinese Galbiati, seguite da quelle del suo vice Comazzi.
“Quella contro Pesaro è una partita fondamentale, come le altre 15 che seguiranno. Noi abbiamo molti problemi, ma lavoriamo ogni giorno come dei pazzi per risolverli. Sono dei bravi ragazzi, con limiti e pregi, ma vengono in campo sempre cercando di fare il passo in avanti che gli stiamo chiedendo. Ai giocatori abbiamo chiesto di capire il momento in cui siamo, anche io devo fare un passo in avanti. Devo avere fiducia in tutti, perchè domenica scorsa ho fatto delle scelte che purtroppo non hanno pagato. Chi va in campo deve sputare tutto quello che ha, abbiamo bisogno di tutti. Loro vengono da un cambio di allenatore, hanno preso Boniciolli che ha grande esperienza e grande carattere, e questo ci cambia i piani. Pesaro è una buona squadra che si è persa, hanno americani importanti e una batteria di italiani di tutto rispetto”.

“La preparazione della partita non è quella classica – ammette Comazzi. Noi abbiamo visto tutte le loro ultime partite, ma il cambio di allenatore porta con sè molta imprevedibilità. Non possiamo sapere se Boniciolli manterrà intatti tutti gli schemi oppure se li cambi, ma sicuramente ci aspettiamo una partita di grandissima aggressività, ci salteranno addosso. Loro hanno palesato enormi limiti difensivi, ma questo con Boniciolli sicuramente cambierà. Anche da parte nostra dovrà esserci aggressività e per questo abbiamo provato a stimolare i ragazzi già in settimana”. E’ questo il momento più difficile in assoluto nella storia recente della Fiat Torino Auxilium?: “Sono a Torino da 12 stagioni e non lo ritengo tale. Il più difficile in assoluto fu nel primo anno dopo la risalita nella massima serie quando ci ritrovammo a –6 dalla penultima a 7 giornate dalla fine della “regular season”. Vincemmo 5 match su sette e ci salvammo. In questa fase dobbiamo fare di tutto per evitare di ritrovarci nella stessa situazione”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.