Pesaro torna a vincere, battuta di misura la Happy Casa Brindisi: 80-75

Home Serie A Recap

Vuelle Pesaro 80 – 75 Happy Casa Brindisi

(17-25 / 20-19 / 25-18 / 18-13)

La Vuelle Pesaro torna alla vittoria, dopo una striscia di quattro sconfitte consecutive, superando con difficoltà la Happy Casa Brindisi. Per i padroni di casa è ottima, come spesso accade, la prova di Dallas Moore che chiude con 23 punti e 6 rimbalzi, a cui si aggiungono le doppie doppie di Mika (21+10 rimbalzi) e Omogbo (11+ 16 rimbalzi); per Brindisi non sono sufficienti un Suggs da 17 punti e un Lalanne da 14 con 8 rimbalzi.

Gli ospiti iniziano subito con la difesa a tutto campo, con tanta intensità e fisicità, per mettere in difficoltà sin da subito gli uomini di Leka. Brindisi trova punti da Suggs e Donzelli, muovendo bene palla in attacco; mentre Pesaro prova a rimanere a contatto grazie al solito Dallas Moore (8-13). Gli uomini di coach Dell’Agnello continuano a trovare buone soluzioni offensive; con Pesaro che ha realizzato dal campo solo con due giocatori (Moore e Bertone) dopo 7 minuti, ma sono comunque sotto di un solo possesso. I primi dieci minuti si chiudono con il canestro di Barber per il +8 brindisino: 17-25.
il secondo periodo si apre con la tripla di Ancellotti a cui, però, segue un parziale di 7-0 della Happy Casa trascinata da Donzelli. Pesaro, per provare a rallentare l’attacco ospite, prova la zona 2-3 senza troppo successo perché la squadra di Dell’Agnello, una volta prese le misure, ritrova il fondo della retina e con i liberi di Lalanne arriva al +10. La Vuelle ha uno scatto d’orgoglio e con Ceron e Moore si riporta sotto di sole cinque lunghezze; ma Giuri e Cardillo allontanano ancora Brindisi, andando alla pausa lunga sul punteggio di 37-44.
Lalanne inizia fortissimo prendendosi sulle spalle l’attacco dei suoi con 7 punti in fila, mentre per la Vuelle si mette in partita Omogbo con 4 punti consecutivi. Pesaro, dopo essere scesa di nuovo a -9, ha un’altra reazione e piazza un parziale di 7-0 con Moore e Mika. Una tripla di Nic Moore ed un regalo di Ceron che commette fallo su un tentativo da tre di Tepic (2/3) riportano Brindisi a due possessi di vantaggio (53-58). Pesaro però è tornata, anche mentalmente, in partita e ricuce subito lo scarto con una tripla di Monaldi ed i liberi di Moore, trovando anche il primo, momentaneo, vantaggio della partita di nuovo dalla lunetta e, di nuovo, con Moore che arriva a quota 17. Il terzo periodo termina in parità: 62-62.
Omogbo apre l’ultimo quarto con la schiacciata che gli vale un’altra doppia-doppia in questa stagione; con la Vuelle che ha alzato il pressing difensivo e Brindisi, ora, fatica in attacco rimanendo a secco per i primi due minuti, con coach Dell’Agnello che ferma la partita nel momento di maggior difficoltà dei suoi. Brindisi esce bene dal time-out, riallungando la difesa e rimettendo pressione ai biancorossi che tornano a faticare in attacco; gli ospiti ne approfittano e, con il libero del tecnico per flopping fischiato a Monaldi, si riportano sotto di un punto: 68-67 a 5’ alla fine. Tanta intensità, ma anche tanti errori da ambo le parti, con Brindisi che ritrova il vantaggio con i 4 punti di Suggs, a cui però seguono il canestro di Bertone ed i 4 punti di Mika e la VL entra nell’ultimo minuto sopra di un punto. Mika perde palla a 30” al termine, ma Tepic sbaglia il tiro del possibile vantaggio e, dopo il fallo sistematico, Dallas Moore segna entrambi i liberi per il +3 pesarese. In uscita dal time-out Suggs sbaglia la tripla che manderebbe il match all’over-time e, dopo un altro giro in lunetta di Moore, la gara si chiude sull’80-75 per i marchigiani.

TABELLINI:

PESARO: Omogbo 11; Ceron 6; Mika 21; Moore 23; Ancellotti 6; Bertone 10; Monaldi 3; Serpilli 0; Bocconcelli 0; Morgillo N.E.; Moretti N.E.. All. Spiro Leka

BRINDISI: Suggs 17; Barber 2; Tepic 2; Oleka 4; Mesicek 7; Cardillo 2; Sirakov N.E.; Moore 8; Donzelli 8; Canavesi N.E.; Giuri 11; Lalanne 14. All. Sandro Dell’Agnello

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.