Pesaro – Varese, i commenti post-partita dei due allenatori

Serie A News

VUELLE PESARO: SPIRO LEKA

“La vittoria è dedicata a Gianluca Mattioli e alla famiglia da tutta la comunità del basket. Nei primi due quarti abbiamo giocato bene creando tiri aperti e realizzandoli. Nel terzo quarto loro hanno iniziato a giocare duro, noi abbiamo stretto i denti e abbiamo realizzato i liberi nei momenti difficili. Loro sono stati bravissimi a contestare ogni passaggio e ogni tiro. Kuksiks si è fatto trovare subito pronto, ha fatto quello che volevamo per i minuti che ci servivano da lui. Sono molto soddisfatto per la voglia di sacrificarsi e di non disunirsi da parte della squadra, per la faccia che i miei giocatori hanno mostrato anche nei momenti duri. Il campionato è equilibratissimo, le partite sono quasi tutte punto a punto. Sabato ne avremo un’altra, importantissima e difficilissima”.

OPENJOBETIS VARESE: ATTILIO CAJA

“C’è sicuramente rammarico per il risultato finale e per come abbiamo interpretato il primo tempo. Ad inizio gara siamo stati molto passivi, non abbiamo giocato con il giusto ritmo e con l’aggressività che ci sarebbe servita. Questa passività trova conferma anche nel nostro attacco che in quella fase ha avuto una media molto bassa. Con quelle cifre non è pensabile di restare competitivi. Nel secondo tempo abbiamo invece ripreso a giocare con un ritmo migliore e tutto è cambiato: dopo l’intervallo siamo infatti riusciti a costruire la nostra pallacanestro e alla fine abbiamo anche il rammarico di aver sfiorato la vittoria. Pesaro ha vinto con un canestro fortunoso, con tre rimbalzi d’attacco, palle vaganti e due-tre falli di confusione. Chiaro che se avessimo giocato meglio nel primo tempo magari il finale sarebbe cambiato però non è sempre detto che chi gioca male perde e chi gioca meglio vince. Questa sera Pesaro ha giocato bene per 25 minuti, noi per 15. Alla fine gli episodi ci lasciano il rammarico per il risultato finale.”

Kevin Bertoni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.