Gianni Petrucci 25%

Petrucci: “Il 35% è un passo avanti”. Baraldi più critico: “Non possiamo accontentarci”

Home Serie A News

Nei giorni scorsi è arrivata la decisione che coinvolge la riapertura dei palazzetti per la prossima stagione: il Comitato Tecnico Scientifico e il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera per predisporre la vendita dei biglietti per il 35% della capienza (con l’obbligo del Green Pass).

Il Presidente federale, Gianni Petrucci, ha commentato questa decisione dicendo come la misura scelta sia insufficiente, ma considerandolo un passo in avanti. “Se hanno aumentato la capienza – ha dichiarato Petrucci – “vuol dire che la misura di prima era sbagliata, quindi avevamo ragione noi. Vezzali cerca di tutelare il nostro mondo e la ringrazio, ma continueremo a chiedere spiegazioni tecniche al governo e al Cts

baraldi virtus bolognaMolto più dure invece le parole riportate da “Il Resto del Carlino” di Luca Baraldi, a.d. della Virtus Segafredo Bologna:
Apprezziamo lo sforzo di federazione e lega , ma il 35 per cento è una limitazione troppo bassa per pensare che la nostra stagione possa partire. Gli impianti devono essere completamente aperti a chi è in una condizione di non contagiarsi. Anche i tamponi sono uno strumento che non garantisce la sicurezza perché hanno un periodo finestra. Chi ha il green pass deve poter entrare e le società devono essere nella condizione di poterli accoglierli senza limitazioni”.

“Lo ribadisco, però, la vera questione è avere il pubblico perché una stagione con gli impianti pieni per poco più di un terzo non sia sostenibile. Non possiamo accontentarci di una misura che va nella direzione giusta, ma che, ancora, non risponde alle esigenze dei tifosi e delle società, che sono le prime ad avere a cuore la salute di chi paga il biglietto”.

Anche Antonio Bulgheroni, dirigente per la Pallacanestro Varese, si è detto perplesso: “Sono abbastanza attonito. Nel momento in cui si chiede il Green pass non vedo perché non si debbano elaborare delle reali capienze. Se non il 100%, almeno il 50%“.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.