Petteway e Brandt fermano Cremona: altra vittoria importantissima per Pistoia

Home Serie A Recap

ORIORA PISTOIA – VANOLI CREMONA 84 -71

(29-14, 40-35, 55-58, 84-71)

Vince e mette il punto esclamativo nella corsa salvezza Pistoia, che ferma la striscia positiva di Cremona (cinque vittorie), arrivata al Palacarrara con tante assenze. Dedide un quarto periodo da 29-13 per Pistoia, con Petteway e Brandt a segnare i punti cruciali, in un collettivo in fiducia che in difesa costruisce una vittoria d’oro, mentre a Sacchetti non bastano i 24 punti di Happ e i 19 di Saunders, dopo un avvio da incubo e due quarti da protagonisti.

C’è solo Pistoia nei primi cinque minuti del posticipo: un 10-0 secco che tramortisce Cremona, con un Brandt (che parte con 5/5) e Johnson immarcabili. La squadra di Sacchetti si sblocca solo al 6’, con Palmi da fuori, ma poi il monologo Ori Ora prosegue senza sosta: De Vico prova a interrompere per un attimo la striscia e l’emorragia con la tripla del 15-8, ma Petteway ne infila cinque a fila per il nuovo vantaggio in doppia cifra degli uomini di Carrea.

Cremona si aggrappa a Happ, il migliore partendo dalla panchina, ma non difende e sul 12 arriva la tripla di Landi che scava la fossa: 27-12. E un primo quarto da 29 punti subiti e con Pistoia a mille: Sacchetti prova a scuotere i suoi ma Landi apre ancora il fuoco da fuori (seconda tripla) e al 13’ Brandt appoggia in rovesciata il 36-21, nuovo massimo vantaggio.

Saunders da ossigeno ai suoi con punti importanti, ma è una giocata di Ruzzier, con rubata e canestro e fallo, a ridare il meno 10. Un nuovo tap in di Saunders vale il 36-28: timeout Pistoia, ancora Ruzzier però scardina la difesa (38-32). Finale di secondo quarto con Cremona decisamente nel match, Happ inventa un coast to coast da top player e al 20’ siamo 40-35.

E’ un’altra partita anche nel terzo: Palmi dall’angolo trova la terza tripla di serata, Happ sale a quota 16 con l’ennesimo canestro-lezione, e arriva la parità: 42 pari al 23’. Carrea chiama timeout sul 2, assist del solito Happ, vero rebus irrisolto, che segna in gancio anche il 44-48. Petteway ci mette una pezza, per la tripla del 49-50 poi Johnson pareggia a quota 52. La fuga deve sempre arrivare: la propiziano Ruzzier e Saunders, mentre Pistoia sparacchia da fuori: al 30’ siamo 55-58.

Quarto decisivo che si apre con Landi carico da tre e con Petteway che apre la scatola per il 60-58, mentre Sabin e Palmi salgono a 4 falli: Pistoia va a +2 al 35’ con D’Ercole, Cremona in 5 minuti segna appena 3 punti e Dowdell dalla lunetta la ricaccia per due volte a -4. Pistoia difende duro, costringe Cremona all’ennesimo errore e Petteway imbuca il +6 e dopo il fallo di Saunders anche il +8 dalla lunetta.

Finale di rincorsa per Cremona, con Ruzzier che perde palla e Johnson che castiga per il 75-66 che sembra definitivo al 38’: Salumu converte 3 liberi dopo i falli e Brandt ne piazza altri due, dopo il rimbalzo. Gara finita, Pistoia può esultare, con merito, con un quarto periodo da urlo.

Pistoia: Johnson 14, Petteway 20, Dowdell 10, Salumu 8, Brandt 20, Landi 10, D’Ercole 2, Wheatle, Della Rosa, Quarisa. All. Carrea

Cremona: De Vico 7, Sanguinetti, Happ 24, Saunders 19, Sobin 4, Palmi 6, Ruzzier 11, Akele, Zanotti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.