Petteway e Lombardi trascinano Pistoia: i toscani ora possono sognare

Serie A Recap


The Flexx Pistoia-Betaland Capo d’Orlando 75-59

(14-17; 25-15; 18-13; 18-14)

Quintetti

Pistoia: Moore, Jenkins, Petteway, Boothe, Crosariol
Capo d’Orlando: Ivanovic, Diener, Stojanovic, Archie, Delas

Stato di forma

Dopo le 4 sconfitte consecutive subite contro Varese, Sassari, Venezia e Trento, Pistoia nelle ultime due settimane ha ottenuto due vittorie importantissime in chiave playoff: la prima contro Milano al PalaCarrara e l’ultima, nello scontro diretto, contro Torino.
Capo d’Orlando invece, dopo aver ottenuto 6 vittorie in 7 partite, nelle ultime due giornate è stata sconfitta prima da Varese, poi da Reggio Emilia

La gara

I primi minuti del match sono tutti di marca ospite e il canestro di Stojanovic vale lo 0-6. Petteway e Moore sbloccano Pistoia, ma ancora una volta Capo prova a scappar via e con la tripla del solito Stojanovic si porta sul +8 (5-13). Negli ultimi minuti del quarto Pistoia riduce il gap e al primo mini intervallo l’Orlandina è avanti 14-17.

In apertura di secondo quarto Crosariol e Boothe regalano alla The Flexx il primo vantaggio del match (18-17), Laquintana risponde presente, ma i padroni di casa, trascinati dal proprio pubblico con un parziale di 9-0 si portano sul +8 (27-19). Stojanovic e Archie riportano Capo in partita (27-26), ma Pistoia, grazie ai canestri di uno scatenato Petteway riesce a conservare il vantaggio e all’intervallo lungo i toscani sono avanti 39-32.

Al ritorno dagli spogliatoi la musica non cambia ed è Pistoia a fare la partita e la tripla di Boothe vale il +15 (49-34). La tripla di Delas permette all’Orlandina di sbloccarsi, ma Pistoia ha chiaramente l’inerzia del match dalla sua parte e grazie a un onnipresente Eric Lombardi amministra senza patemi il proprio vantaggio: 59-48 al 30′.

Nel quarto periodo l’obiettivo principale delle due squadre diventa quello di conservare la differenza canestri (all’andata Capo d’Orlando vinse di 15). Pistoia con il canestro di Boothe si porta sul +19, ma l’Orlandina dimostra di essere una squadra che non muore mai e con 5 punti consecutivi di Drake Diener accorcia a -12: 69-57.
Negli ultimi secondi sono però gli errori di Stojanovic, prima con un fallo sul tiro da 3 di Jenkins e poi con una palla persa a permettere ai padroni di casa di ribaltare la differenza canestri. Pistoia batte Orlandina 75-59.

Svolta della partita

Pistoia, trascinata da Terran Petteway nel secondo quarto riesce a prendere il largo e poi consolida il proprio vantaggio nel corso della ripresa grazie a Eric Lombardi.

Migliori in campo

Pistoia: Eric Lombardi, 10 punti (5/5 da 2; 0/2 da 3), 7 rimbalzi; Terran Petteway, 16 punti, 2 rimbalzi
Capo d’Orlando: Dominique Archie, 15 punti (5/12 al tiro), 7 rimbalzi

Peggiori in campo

Pistoia: Michele Antonutti, 4 punti, 2 rimbalzi, 4 falli subiti; Teddy Okereafor, 0 punti (0/1 al tiro), 3 rimbalzi, 5 assist
Capo d’Orlando: Nikola Ivanovic, 7 punti (2/11 al tiro), 5 rimbalzi, 3 falli fatti, 4 falli subiti

Tabellini

The Flexx Pistoia: Moore 9, Lombardi 10, Crosariol 8, Okereafor 0, Antonutti 5, Magro 4, Boothe 9, Jenkins 14, Solazzi 0, Petteway 16
Betaland Capo d’Orlando: Archie 15, Ivanovic 7, Iannuzzi 0, Laquintana 2, Tepic 6, Donda NE, Stojanovic 7, Delas 11, Diener 11, Nicevic 0, Galipò NE, Berzins NE

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.