Piccola polemica tra Paul Pierce e Tyler Herro sulla frase del rookie: “I’m a bucket”

Home NBA News

“I’m a bucket”, con questa frase Tyler Herro l’anno scorso, quando ancora giocava in NCAA con i Kentucky Wildcats, aveva descritto sé stesso, impersonificandosi in un canestro per le elevate capacità di segnare. Una frase tornata in auge di recente, alla luce delle prestazioni del rookie nelle Finali di Conference contro Boston, nelle quali Herro è arrivato anche a segnare 37 punti in Gara-4.

Paul Pierce, che ovviamente era di parte nella serie essendo stato una leggenda dei Celtics, in televisione ha commentato in maniera piccata proprio quella vecchia frase, sminuendo di fatto quanto fatto da Herro: “Non posso chiamare qualcuno bucket se non segna almeno 20 punti di media”. Una frase pronunciata prima di Gara-5 e alla quale il rookie ha risposto all’indomani della conquista delle Finals, con i Celtics battuti alla fine 4-2 anche grazie ai suoi canestri nella decisiva Gara-6.

“Penso di aver appena segnato quasi 20 punti di media in una Finale di Conference” ha detto Herro, che infatti ha mantenuto 19.2 punti di media contro i Celtics, terzo miglior marcatore degli Heat nella serie dopo Bam Adebayo e Goran Dragic. Numeri impressionanti se si pensa che il ragazzo è solo un rookie, chiamato con la scelta numero 13 allo scorso Draft.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.