Pistoia e Wanamaker non mollano niente, vittoria al fotofinish e serie a Gara-5

Home
Brad Wanamaker, cuor di Leone contro Milano
Brad Wanamaker, cuor di Leone contro Milano

Giorgio Tesi Group Pistoia – Olimpia EA7 Milano 84-82

(19-18 ; 26-42 ; 62-59)

Grandissima partita a Pistoia tra i toscani e l’Olimpia Milano, che dopo il 2-0 maturato al Forum si ritrova ora sul 2-2 dopo essersi fatta rimontare sia in Gara-3 che in Gara-4. Il quintetto scelto da coach Moretti è composto da Brad Wanamaker, Kyle Gibson, Deron Washington, JaJuan Johnson e Ed Daniel. Luca Banchi inizia la partita invece con Daniel Hackett, Keith Langford, Alessandro Gentile, Niccolò Melli e Samardo Samuels.

La partita si apre con una tripla di Gentile, Pistoia comunque resta in partita per tutto il primo quarto grazie a Gibson e Washington (7 punti a testa nel periodo), mentre per i meneghini c’è Samuels sugli scudi, che domina sotto canestro contro un impacciato Daniel. Pistoia guadagna il vantaggio sul 13-11 con Washington, ma sempre il centro jamaicano di Milano da tre punti scrive 13-14. Gli ospiti trovano il +4 a un minuto dalla fine del periodo, ma il canestro di Daniel e la tripla a fil di sirena di Gibson permettono ai toscani di chiudere avanti 19-18. Nel secondo quarto Milano stringe le maglie, concede solo 7 punti di squadra agli avversari e allunga. Keith Langford segna a ripetizione da tre, in step-back o in post, con i bianco-rossi che realizzano un parziale di 13-0 per chiudere il primo tempo avanti 26-42.

basket-playoff-quarti-ea7-milano-pistoia-0_77616
Alessandro Gentile, 14 punti ma espulso nel quarto quarto

Il terzo quarto, come in Gara-3, è fatale per Milano: JaJuan Johnson si accende, ma soprattutto è Wanamaker a segnare a ripetizione da dietro l’arco (non aveva segnato triple fino ad oggi nella serie, chiuderà con 5/5). Pistoia rimonta da -16 a +3 in 10′, segnando 36 punti nel solo terzo periodo contro i 17 di Milano. Si arriva al quarto quarto con Pistoia avanti 62-59 grazie alla tripla sulla sirena di Wanamaker che rompe la parità. L’Olimpia apre il periodo con un parziale di 7-0 che sembra dare una scossa, ma i padroni di casa sono lì e, sebbene poco dopo scivolino anche a -8, restano in partita. Alessandro Gentile e Deron Washington vengono entrambi, forse eccessivamente, espulsi all’inizio dell’ultimo quarto per un contatto a rimbalzo e una lieve reazione, a Gani Lawal viene invece fischiato un anti-sportivo e Pistoia è di nuovo sotto. Wanamaker firma la parità a quota 76, Daniel poco dopo trova un difficile canestro per il +2 (78-76). La partita è tutt’altro che conclusa: Melli commette il suo quinto fallo, Samuels prima schiaccia per la parità e poi fa 1/2 dalla lunetta, Gibson segna una tripla incredibile con la mano in faccia e, dopo qualche errore alla lunetta di Pistoia, Langford segna una tripla che riapre ogni discorso (83-82) con 3 secondi da giocare. Johnson va in lunetta dopo il fallo di Hackett e sbaglia il secondo probabilmente di proposito, Milano non ha timeout e il tiro da centrocampo di Samuels non prende nemmeno il ferro.

MVP: Brad Wanamaker = partita incredibile per il playmaker americano, 28 punti ma soprattutto un’importantissimo 5/5 da tre punti.

Giorgio Tesi Group Pistoia: Meini 1, Wanamaker 28, Daniel 7, Gibson 22, Johnson 15, Cortese, Galanda, Washington 11, Evotti NE, Bozzetto NE.

TL 28/35 T2 13/25 T3 10/22
Rimbalzi: 33 (Johnson 10)
Assist: 2 (Wanamaker e Cortese 1)

Olimpia EA7 Milano: Jerrells 6, Samuels 15, Moss 5, Langford 28, Hackett 3, Kangur 3, Melli, Touré NE, Cerella NE, Wallace 3, Lawal 5, Gentile 14.

TL 14/25 T2 16/31 T3 12/32
Rimbalzi: 32 (Samuels 7)
Assist: 8 (Langford 8)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.