Pistoia ringrazia Salumu e ottiene la prima vittoria: Trieste sconfitta dopo una grande battaglia

Home Serie A News

ORIORA PISTOIA – PALLACANESTRO TRIESTE 76 – 72

(14-19; 16-17; 13-7; 27-19)

Al PalaCarrara il “match salvezza” tra il Pistoia Basket e la Pallacanestro Trieste termina con la vittoria dei padroni di casa, che ottengono così il primo successo in campionato contro una diretta concorrente. Una partita equilibrata, giocata a viso aperto da entrambe le squadre e decisa solo nei minuti finali del match. La OriOra, infatti, è stata brava a crederci fino alla fine e a vincere grazie ad una super prova di Jean Salumu autore di ben 21 punti e della tripla decisiva che ha consegnato la vittoria ai toscani. Protagonisti per i padroni di casa anche Wheatle (11 punti e 6 rimbalzi) e Johnson (8 punti e 11 rimbalzi). Agli ospiti, invece, non sono bastati i 13 punti di Mitchell e i 12 di Peric.

I primi punti del match portano la firma di Mitchell, ma Wheatle da tre rimette avanti la OriOra. Tocca allora a Fernandez, supportato da Jones, prendere per mano Trieste, che con un parziale di 6-0 prova subito a far sua la gara. La reazione di Pistoia porta il nome di Dowdell e Brandt, che riescono a ridurre lo svantaggio di un solo punto. Peric e compagni, però, rimangono in controllo, riuscendo poi a riallungare fino al +5. I padroni di casa poi tornano sotto con Della Rosa e Petteway, ma ancora il #3 giuliano tiene a distanza Trieste (+3). Tocca così a Cavaliero allungare il vantaggio ospite, che sale nuovamente a +5 al termine del primo periodo. Cooke nel secondo quarto schiaccia subito il +7, ma Salumu ristabilisce presto le distanze. Il batti e ribatti tra le due squadre continua, con protagonisti Jhonson da un parte e Elmore dall’altra, ma il risultato non cambia e Trieste resta sempre in vantaggio. Ancora Cooke piazza poi il +9 per gli ospiti e a metà periodo siamo così sul 20-29. Salumu con la bomba, prova a riavvicinare Pistoia, che giunge allora a -6. Justice, però, non ci sta e Trieste torna subito sopra di nove lunghezze. Tocca allora a Brandt e Wheatle riportare a -4 Pistoia, ma proprio allo scadere l’alley-oop di Fernandez per Mitchell fissa il punteggio sul 30-36. La prima frazione di gioco si chiude, così, con gli ospiti avanti di sei lunghezze.

Al rientro in campo Brandt prova subito a ridurre lo svantaggio, ma il duo Peric-Jones confeziona presto il 4-0 di parziale che significa +10 per Trieste. Pistoia si affida alle giocate di Salumu per recuperare e i padroni di casa, nonostante il Jones e Mitchell, riducono lo svantaggio, giocando alla grande. Anche Wheatle ci mette del suo, così la Oriora si porta prima a -5 e poi pareggia con Dowdell, che fissa il punteggio sul 46-46. Non è finita qui, però, perché sempre Wheatle confeziona anche il +3 e i padroni di casa sono clamorosamente avanti. Arriva poi il momento di Jones e Da Ros, che in un battibaleno ribaltano il match a favore degli ospiti con cinque punti in fila. Pistoia torna, invece, a produrre poco o niente in attacco e Elmore ne approfitta per segnare anche il +4, che chiude il terzo periodo sul 49-53. Ancora Elmore va a segno pure ad inizio dell’ultimo quarto, Salumu non basta e Trieste allunga anche a +6 con Cooke. Jhonson e D’ercole però non vogliono saperne di mollare e il 5-0 di parziale dei padroni di casa riporta la gara in bilico (-1). Ecco allora che si scatena l’ex Landi che con sette punti di seguito rende vana la tripla di Strautins e rimette avanti Pistoia, che ora si trova a +3. Jones e Peric, però, tengono in partita Trieste (-1), mentre Wheatle e Petteway provano a rispondere per la OrioOra. Gli ospiti, però, spingono ancora e rimettono la testa avanti di un solo punto con Jones e Mitchell protagonisti. Il #25 dei giuliani, tuttavia, commette una grossissima ingenuità e regala un tecnico alla OriOra nei minuti finali. Petteway e Salumu non sprecano la chance e Pistoia ribalta nuovamente la gara. I padroni di casa tornano allora a +4 e poi ancora Salumu va a segno con la tripla decisiva, che vale il +7 e chiude definitivamente il match. Cavaliero rende solo meno amara la sconfitta, ma il risultato non cambia. Finisce così 76-72.

Akil Mitchell di Trieste è protagonista in positivo e in negativo del match. Chiuso con 13 punti, ma anche con il tecnico che consegna la vittoria nelle mani di Pistoia.

ORIORA PISTOIA: Salumu 21, Wheatle 11, Johnson 8, Petteway 7, Dowdell 11, D’ercole 3, Landi 7, Brandt 6, Qaurisa NE, Della Rosa 2; RIMBALZI: 38 (Jhonson 8); ASSIST: 15 (Petteway 5);

Coach: Michele Carrea

PALLACANESTRO TRIESTE: Jones 12, Fernandez 4, Cavaliero 5, Strautins 3, Mitchell 13, Peric 12, Elmore 8, Justice 5, Janelidze NE, Da Ros 2, Cooke 8, Coronica NE;  RIMBALZI: 39 (Mitchell 7); ASSIST: 17 (Fernandez 5);

Coach: Eugenio Dalmasson

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.