Pistoia terzo squillo con merito! Venezia crolla nel quarto periodo, poi rimonta ma non basta

Home Serie A Recap

PISTOIA – VENEZIA 89-87

(16-21 41-46 69-68)

Partita pazza a Pistoia, dove la Ori Ora conquista la terza vittoria stagionale contro una Reyer irriconoscibile nei primi sette minuti della ultimo quarto, in cui finisce da – 1 a – 16 perdendo faccia e nervi. Pistoia sfrutta al meglio la seratona di Salumu (25 punti), Dowdell e Wheatle, capitalizza al meglio una buona difesa, poi dopo l’espulsione di De Raffaele subisce la rimonta veemente della Reyer che gioca addirittura per la vittoria a 9 secondi dalla fine, prima che il ferro dica no due volte. 

L’inizio è equilibrato (8-8 al 4′) con due triple pistoiesi e Chappel già a quota 6. Mazzola imbuca la tripla dell’8-11 e poi Chappel quella del 10-14 mentre De Raffaele e Carrea iniziano la girandola di cambi: la Reyer tiene il solo Bramos rispetto allo starting five iniziale, con De Nicolao e Filloy in regia. Daye e Bramos allungano il break al +9 esterno: Pistoia finisce a meno 11 ma Wheatle e Landi accorciano in un minuto fino al 16-21.

Il break è appena iniziato: Dowdell e Salumu da fuori spingono fino al 22-21 chiudendo un 12-0 che manda il palasport in paradiso. De Raffaele rimette sul parquet Chappel e Bramos e l’inerzia cambia. Daye segna da 3, Della Rosa risponde da fuori, poi per altre tre azioni consecutive Reyer sempre a segno dalla lunga con Bramos (due volte) e il solito Chappel, mentre Salumu non trova avversari in difesa (13 punti). Venezia soffre e difende poco ma è più 3 al 18`, e all’intervallo, da punteggi altissimi, siamo 41-46.

Studio Fotografico Daniele Lenzi ————————- Foto di:

Terzo quarto e nuova festa del tiro da tre punti: si iscrive Dowdell, poi Petteway si sblocca con due siluri, ma Chappel e Bramos rispondono subito da fuori (54-56). Dowdell ancora e poi un super Salumu scardinano gli schemi per il massimo vantaggio di Pistoia (60-56). Venezia punta nell’orgoglio reagisce con Watt, Daye e con un’incursione di Tonut: 0-8 e timeout per Carrea. Salumu però è indemoniato e sale a quota 20 con due penetrazioni, e sulla terza sirena Wheatle con un coast to coast manda Pistoia avanti di 1.
Il finale è di Wheatle che si inventa la tripla del più 4 poi un’altra giocata per il 77-70. Venezia tramortita, si blocca in attacco e De Raffaele prende il tecnico della rabbia: Salumu infila i liberi dell’80-70 (11-2) e la Reyer continua a sbagliare tutto. A 5,30 dalla fine la bomba di Dowdell vale l’83-70. È quasi la resa dei campioni. Saltano i nervi, e gli arbitri affibbiano il secondo tecnico a De Raffaele. Il tecnico è espulso ma gli arbitri prima lo richiamano in panca poi nel caos lo cacciano (da regolamento), con Tucci a guidare il finale. Venezia e
Venezia va sotto 86-70 ma  torna rapidamente a – 10 con De Nicolao e l Watt, poi con Daye a – 7 con una tripla centrale. Perde per falli prima Bramos poi Watt, ma Pistoia perde lucidità: De Nicolao e Daye mettono 4 liberi (89-85) con Petteway che spende male il quinto fallo. Pistoia non segnerà più da qui in poi. 
Dowdell sbaglia e dall’altra parte il tap in di Chappel costringe Carrea al timeout a 34 secondi dalla fine (89-87). Azione convulsa, Johnson ha sfortuna da sotto, col ferro che lo beffa. L’instant replay definisce il possesso dopo che la palla era rotolata fuori. E’ di Venezia, ma l’ultima azione vede prima Daye, poi Chappel sul rimbalzo, sbagliare il tiro della possibile vittoria e del pareggio. Palacarrara in tripudio. 

Pistoia: Della Rosa 3, Petteway 11, D’Ercole 3, Quarisa ne, Brandt 6, Salumu 25, Landi 2, Dowdell 15, Johnson 14, Wheatle 10. All. Carrea

Venezia: Udanoh, Casarin ne, Stone 2, Bramos 12, Tonut 6, Daye 18, De Nicolao 9, Filloy 2, Chappel 17, Mazzola 6, Cerella, Watt 15. All. De Raffaele. 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.