PLAYOFF, FINALE SERIE A BEKO: Siena e Milano fanno a pugni, decide un buzzer beater di Jerrells!

Home

MPS MENS SANA SIENA – EA7 OLIMPIA MILANO 72-74

(20-21; 36-40; 55-63)

Ultimi 6 secondi: dopo un tiro sbagliato da Siena, è Milano che tiene il possesso palla. Jerrells tenta un crossover, si alza dalla media e realizza sulla sirena. Due punti biancorossi e tutti sotto la doccia, perché l’Olimpia ha fatto l’impresa, 72-74! Partita strana, si sente la pressione fin dalla palla a due. Milano però non subisce Siena come nelle ultime gare, anzi la controlla e va avanti. Caduta a -10 la Mens Sana recupera e sorpassa nell’ultimo quarto, prima di subire il canestro-vittoria del play milanese. Brutta scena a fine gara, dove i tifosi casalinghi tentano di colpire i giocatori uscenti, Jerrells in particolare, con bottigliette, lattine ed altri oggetti contundenti.

Hunter muove subito il tabellino con i suoi primi 4 punti, replicati da capitan Gentile. Milano conquista il primo vantaggio grazie al solito Langford, che diventa 8-10 dopo 5’, con Gentile che completa un gioco da tre punti. Si gioca punto a punto e dalla lunetta tentano di allungare prima Hackett e poi Lawal, ma Carter infila una tripla nel finale per il 20-21 del 10’.

Si riparte dopo il breve intervallo con Siena che si porta a +3 grazie all’ex Viggiano, a cui però risponde prontamente ancora Gentile, questa sera molto più in forma sia fisica che, e soprattutto, psicologica. Sul 30-27 casalingo, l’Olimpia risponde con un parziale di 0-7 e, anche se Carter ci mette una pezza, le giocate di Hackett, che serve Moss due volte, portano alla conquista della seconda frazione (36-40 al 20’).

Milano scappa via nella ripresa (38-46 al 23’) grazie a Langford e Gentile, fino a qui i migliori di Milano. L’EA7 tiene botta ad ogni canestro dei bianco verdi, rispedendo al mittente i punti subiti. Lawal è un antilope e con energia e rimbalzi sigla il massimo vantaggio sul +11 (50-61 al 28’). Haynes e Carter non mollano e tengono incollati alla partita Siena (55-63 al 30’).

Qui però qualcosa s’inceppa nella gestione del gioco milanese: errori in attacco, conditi da pochi aiuti in difesa, fanno rientrare in partita la Mens Sana e sul 58-65 Haynes firma in solitaria un 8-0 (66-65 al 34’). Melli chiude il digiuno ospite segnando dai 6,75, ma ora Siena ha ripreso fiducia e non si lascia più gestire come all’inizio. Gentile risponde, Carter e Haynes segnano ancora e si va sul 72 pari! Meno di 30” da giocare, palla a Siena, dopo una buona circolazione, fallisce la tripla-vittoria con Janning, il cui tiro viene letteralmente sputato dal ferro. Negli ultimi 6”, un buzzer-beater di Jerrells, per il suo quarto punto dell’intero match, vale la vittoria milanese che sa d’impresa (72-74 al 40’)! Adesso si torna al Forum per la gara decisiva, finale di una sfida storica, combattutissima, un bellissimo spot per la pallacanestro, un giusto quanto triste, comunque vada, addio di Siena.

 

Montepaschi Siena: Viggiano 6, Hunter 18, Cournooh, Haynes 22, Carter 19, Janning 4, Ress 3, Ortner, Nelson, Udom, Bucarelli, Green. All: Crespi

EA7 Emporio Armani Milano: Gentile 23, Cerella, Melli 6, Hackett 4, Kangur 2, Langford 13, Samuels 2, Tourè, Wallace 4, Lawal 10, Moss 6, Jerrells 4. All: Banchi

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.