Playoffs Liga Endesa, semifinali, gara-4: prova di forza del Valencia, l’Unicaja molla all’Overtime

Home

Finisce con l’amaro in bocca il sogno dell’Unicaja Malaga, mentre continua quello del Valencia. In finale va sicuramente il Real, mentre per conoscere la seconda partecipante dovremo attendere l’esito di gara-5 che si giocherà a Valencia.

FC Barcelona – Valencia Basket 63 – 81

Gara-1: +21 Barca.
Gara-2: +1 Barca.
Gara-3: +4 Valencia.
Gara-4: +18 Valencia.

Van Rossom nuovamente decisivo per il Valencia.
Van Rossom nuovamente decisivo per il Valencia.

L’incredibile serie da Barcellona e Valencia sembra seguire uno schema ben preciso: due gare decise negli ultimi istanti e due dominate prima da un team, poi dall’altro. La curiosità: se si sommano i punti di vantaggio accumulati durante i primi quattro match, le due squadre si equivalgono a quota +22. Gara-4 è una di quelle due partite dove non c’è storia. Valencia fa il suo gioco sin dai primi istanti, trascinata dal rientrante Sato, fondamentale per gli equilibri della squadra. Nel secondo quarto i ragazzi di Perasovic calano la saracinesca in difesa, limitando i blaugrana a soli 9 punti in 10 minuti e volando sul +12 dell’intervallo (25-37). La ripresa segue lo stesso copione del primo tempo; solo nel finale il Barca si sveglia, trascinato dall’immortale Navarro, ma Sam Van Rossom – fondamentale nell’intera serie – respinge gli attacchi del team di Xavi Pascual. La serata si conclude con la vittoria schiacciante di Valencia, che si rimette in carreggiata, pronta a giocare la partita decisiva in casa propria. I fattori campo sono stati totalmente ribaltati in entrambe le occasioni, quale sarà dunque l’esito finale di questa serie imprevedibile?

MVP: Sam Van Rossom = Il belga si riconferma ad alti livelli, segnando i canestri della sicurezza in un ultimo quarto in cui il Barca pareva in grado di rifarsi sotto.

Barcellona: Navarro 18, Papanikolaou e Pullen 9, Lampe 8.
TL 27/40, T2 12/32, T3 4/24.
Rimbalzi: 38 (Tomic 9)
Assist: 5 (navarro e Oleson 2)

Valencia: Van Rossom 17, Sato 15, Doellman 14.
TL 21/22, T2 24/43, T3 4/15.
Rimbalzi: 32 (Lishchuk 8)
Assist: 13 (Lafayette 4)

Unicaja Malaga – Real Madrid 79 – 89

Felipe Reyes sta dimostrando perchè è il capitano del Real.
Felipe Reyes sta dimostrando perchè è il capitano del Real.

Si decide ancora una volta all’Overtime la partita tra Unicaja e Real, e ancora una volta l’esperienza e la lunghezza della panca dei Blancos pagano. La partita inizia con il Real molto più in palla, che non patisce per nulla l’infortunio di Slaughter accorso nei primi minuti di gioco. L’Unicaja, inizialmente, rimane in scia solo grazie ad un Toolson in serata di grazia, ma col passare del tempo si scalda anche la mano di Caner-Medley, letale dalla lunga distanza. Dopo un secondo tempo passato a rincorrersi a vicenda, i due team arrivano al termine dei tempi regolamentari sul punteggio di 73-73 (Fernandez sbaglia la tripla della vittoria). Negli supplementari, si sa, paga l’esperienza e nel roster del Real c’è un uomo che ne ha da vendere: Felipe Reyes si carica la squadra sulle spalle, condannando l’Unicaja ad un’eliminazione dal retrogusto amarissimo. Il team di Joan Plaza, infatti, esce da questa serie a testa alta, consapevole di aver messo alle strette il Real vicecampione d’Europa nonostante l’assenza di una pedina fondamentale come Zoran Dragic. Considerato come sono arrivate le tre sconfitte, però, rimane l’impressione che in finale avrebbe potuto benissimo esserci l’Unicaja.

MVP: Felipe Reyes = Il capitano dei Blancos si rivela fondamentale nel successo in gara-4, sfiorando la doppia-doppia con 22 punti e 9 rimbalzi.

Unicaja: Toolson 17, Caner-Medley 13, Suarez 12.
TL 19/23, T2 18/40, T3 8/28.
Rimbalzi: 43 (Suarez e Vazquez 8)
Assist: 18 (Granger 8)

Real Madrid: Reyes e Llull 22, Carroll 11, Fernandez e Rodriguez 9.
TL 10/13, T2 26/48, T3 9/29.
Rimbalzi: 39 (Bourousis, Fernandez e Reyes 9)
Assist: 22 (Llull 8)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.