Post VL Pesaro – Vanoli Cremona: la parola ai coach

Serie A News

Meo Sacchetti

Sicuramente oggi abbiamo fatto molto canestro e posso dire che ci siamo sempre allenati per questo. Abbiamo una squadra ed abbiamo dei giocatori che hanno le caratteristiche tali per potersi esprimere con queste percentuali ed a questi livelli e devo dire che il fatto che nelle prime partite di campionato non ci siamo espressi in questa maniera e con queste percentuali come oggi ma nonostante tutto siamo riusciti a portare a casa 2-3 partite fuori casa ci ha creato la giusta consistenza mentale e ci ha rafforzato come squadra. Se mi chiedete se questo rappresenta per me una vittoria importante in termini di scontro diretto per la salvezza allora ripeto ciò che ho già detto diverse volte e che cioè in fase di pre-campionato la gazzetta dello Sport presentava tutte le squadre ed a noi come a Pesaro invece di darci una pagina intera come le altre squadre ce ne dava mezza perchè considerava sia noi che Pesaro come quelle che lottavano per la retrocessione. Siamo stati bravi fino ad ora ad invertire questa tendenza appunto con il giusto atteggiamento e tanto allenamento ricordando sempre che questo è un campionato molto strano e complesso basti dire come Pesaro stesso veniva da 3 vittorie consecutive ,quasi 4 dopo la bella prestazione contro Avellino che ha difeso alla morte e la stessa Pistoia ha inanellato ottime vittorie. Ultima nota su Demps che magari era il giocatore sulla graticola ed invece ha dimostrato ancora di più di essere un grande professionista ed una persona che ci tiene a fare bene ( ricordiamo 24 punti 3 assist e 3 rimbalzi in soli 25 minuti di utilizzo) 

Massimo Galli 

Facile parlare ed analizzare la partita, basta dire che se non si piegano le gambe in difesa e se non si prova almeno provare a difendere in questo campionato diventa tutto più difficile. Direi che è stata una partita similare a quella che avevamo giocato contro Cremona in pre-stagione, molto simile  Ed è chiaro che la responsabilità è tutta la mia perché se una squadra non difende è una questione non tanto di regole quanto di atteggiamento ed evidentemente non è arrivata pronta alla partita dal punto di vista della mentalità e dell’intensità. Quello che avevo chiesto ai ragazzi era qualità ed intensità ed invece siamo stati deficitari soprattutto in intensità appunto, però con questo non voglio assolutamente togliere i meriti a Cremona che come avevo detto alla vigilia è con Varese la squadra da mettere subito dietro a Venezia e Milano ed anche stasera ha dimostrato aldilà dei nostri demeriti, tutti i loro grandi meriti e non mi sembra giusto diminuire la loro prestazione che è stata eccellente. In tanti aspetti del gioco è stata più forte di noi e quindi faccio i complimenti a Cremona. Indubbiamente dovevamo rallentare di più il gioco e non seguire i loro ritmi vertiginosi che li hanno messi appunto in ritmo ma anche la nostra squadra e le caratteristiche dei nostri giocatori sono tali per cui anche noi prediligiamo questo tipo di ritmo che contro Cremona porta a rischiare di prendere come abbiamo fatto tanti punti. 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.