Verso Cremona-Torino, le parole di Sacchetti e Galbiati

Serie A News

Il posticipo della 22^ giornata di Serie A offre la sfida tra la Vanoli Cremona e la Fiat Torino. La squadra di Meo Sacchetti cercherà di vendicare l’eliminazione in semifinale di Coppa Italia per continuare a sperare in un posto ai playoff.
I ragazzi di Galbiati invece, dopo la sconfitta della scorsa settimana contro Venezia (che è riuscita a battere i piemontesi dopo la sconfitta ai quarti delle Final 8), vorranno certamente riprendere la strada della vittoria per migliorare ancor di più la loro posizione in classifica in ottica post-season.
Palla a due alle 20.45 al PalaRadi, con diretta su Rai Sport ed Eurosport Player.

Ecco le dichiarazioni pre partita di Meo Sacchetti:
“Certamente non abbiamo buoni ricordi con Torino vista la sconfitta in semifinale di Coppa Italia, in ogni caso merito a loro che sono stati bravi a batterci e a vincere poi il trofeo. Con loro quest’anno abbiamo perso due partite ma questo ci può stare perché sicuramente sono una squadra di talento, equilibrata, completa e con un roster molto lungo con aggiunte importanti anche prima della Coppa Italia. Una squadra che ha fatto le Coppe, che ha delle prospettive più alte delle nostre e che può certamente ambire anche ai primi quattro posti.
Noi però in casa vogliamo continuare a mostrare quanto di buono fatto finora e cioè che siamo una squadra che se la può giocare con tutti. Dobbiamo puntare tutto su noi stessi cercando di ottenere il meglio da ciascun nostro giocatore. Non so quale sarà quest’anno la quota playoff, so solo che finora abbiamo sempre guardato partita dopo partita e anche in questa occasione dobbiamo farlo perché solo così e solo vincendo con Torino possiamo continuare a nutrire legittime speranze per la post season”.

Queste invece le parole di Paolo Galbiati:
Ci siamo allenati bene con la giusta concentrazione e intensità. Siamo consapevoli della posta in palio e del fatto che troveremo davanti a noi una buonissima formazione che ha tanto talento e gioca un basket diverso rispetto a quello di tutte le altre squadre facenti parte del massimo campionato. Ama correre e dare libero sfogo alle individualità, importanti come quelle dei suoi esterni, primo fra tutti Johnson Odom e degli italiani, in primo piano in questo caso Fontecchio. Dovremo cercare di partire subito bene, con la giusta carica onde evitare di incappare negli errori commessi contro Venezia. Saremo inoltre chiamati ad una buona difesa e alla ricerca dell’impostazione del giusto ritmo di partita, doverosamente non il loro. Troveremo anche un palazzetto dalle condizioni difficili con un pubblico storicamente caldo e appassionato e dovremo essere pronti a superare anche questo handicap. In settimana ho visto i volti giusti nei miei giocatori e credo che lo schiaffo preso domenica scorsa per mano della Reyer abbia fatto loro bene in tal senso. L’obiettivo è che ognuno torni a dare quel piccolo tassello che è fondamentale per il rendimento del gruppo e non pensi alla soddisfazione personale”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.