Prospetti NCAA #9: Aaron Gordon

Home

Aaron+Gordon+New+Mexico+State+v+Arizona+t7T7cZDRJMRlAltezza: 206 cm

Peso: 102 kg

Ruolo: Ala piccola, Ala grande

Classe: Freshman

Università: Arizona Wildcats

 

 

Siamo nelle fasi finali di questa NCAA che anche quest’anno non ha tradito le aspettative, con una March Madness sorprendente e spettacolare. Tra le protagoniste c’è stata sicuramente Arizona, che è stata eliminata nelle fasi finali da Wisconsin in una partita rocambolesca e persa nel finale per un solo punto. Nel complesso comunque nonostante qualche rimpianto, è stata una buona stagione quella disputata dai Wildcats, trascinati in particolar modo da un giovane freshman del 1995: Aaron Gordon.

Nasce il 16 settembre a San Jose, California, dove frequenta la Archbishop Mitty High School e dove muove i suoi primi passi nel basket. Qui in quattro anni vince 2 divisioni nell’anno da Sophomore e nell’anno da matricola, mostrando grandissima duttilità ricoprendo addirittura tutti e 5 i ruoli. Nel suo ultimo anno da Senior ha un ottima media di 21,6 punti, 15,7 rimbalzi e 2,1 assist. Nel corso di questi anni batte anche i record della sua scuola di punti segnati con 2386, e di rimbalzi con 1666.

Gordon ha giocato nella squadra U16 Usa che ha vinto l’oro nel 2011, e con lo stesso risultato a preso parte ai mondiali U19 nel 2013, vincendo anche il premio come MVP del torneo. Nello stesso anno, oltre ad essere stato selezionato per il McDonalds All-American Game 2013, venendo eletto miglior giocatore della gara, passa nel campionato NCAA e si trasferisce in Arizona. La decisione di approdare alla corte dei Wildcats viene ufficializzata durante la conferenza stampa del  McDonald’s All-American Game il 2 aprile 2013.

Inizia così il ( breve ) percorso che porterà Gordon a dichiararsi eleggibile per il draft NBA dell’estate 2014. Passando alle sue dotiaarongordonespnpictecniche, la prima cosa che salta agli occhi è il suo eccezionale atletismo e la sua esplosività. Possiede rare doti fisiche e tecniche per un ragazzo della sua stazza , con una grande elevazione che gli permette di arrivare spesso primo sui rimbalzi, ma la cosa che stupisce molto è la sua capacità di controllo del corpo e la consapevolezza dei propri punti forti che puntualmente usa a suo favore sovrastando gli avversari. Nonostante l’altezza mostra comunque buone capacità nel gestire la palla in gioco aperto, e posside una discreta velocità quando bisogna ripartire. Un’altra qualità che lo rende unico nel suo genere, è che in un anno intero non lo si è mai visto stanco, possiede una grandissima velocità nel recupero, ed è capace di giocare un intera partita e apparire appena appena con il fiato corto.

Nonostante queste sue doti che fanno di lui un giovane interessantissimo e da seguire assolutamente  in ottica futura, è un giocatore tutt’altro che finito e completo. Tira con il 50% ai liberi ed è praticamente inconsistente da 3. Mostra carenze tecniche nel passaggio e nel tiro, e sembra difficile trovargli una posizione ben definita in NBA. Spesso corre e si muove come un 4 più che come un 3, e alcuni osservatori lo hanno soprannominato California soft, in quanto lo reputano riluttante alla lotta prettamente fisica.

Per questi motivi molti addetti ai lavori sono perplessi sulla scelta di fare subito il grande salto in NBA, reputata da molti troppo frettolosa. Gordon ha dimostrato quest’anno ( con medie di 12,4 punti, 8 rimbalzi e 2 assist a partita ) di possedere delle grandissime potenzialità dettate da una discreta base tecnica, e un enorme patrimonio atletico sul quale costruire un giocatore NBA. Non ci resta che aspettare quest’estate per vedere chi sceglierà di affidarsi a lui per il presente ma soprattutto per il futuro, che se tutto va come dovrebbe andare, regalerebbe all’NBA potenzialmente un grande giocatore capace anche di vincere le partite da solo, simile in moltissime cose all’attuale Griffin o a Faried.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.