Punter è magico: la Virtus espugna l’Allianz Dome e sconfigge al fotofinish Trieste

Serie A Recap

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 88 – 92

(19-27; 20-24; 26-14; 23-27)

L’Alma esce sconfitta dalla prima partita in Serie A, che Trieste ha ritrovato dopo 13 anni, per mano della Virtus Bologna che espugna l’Allianz Dome grazie alle magie di Kevin Punter. I padroni di casa lottano con le unghie e con i denti fino alla fine, nonostante le assenze di Peric, Da Ros e Wright (con quest’ultimo a referto ma non sceso in campo), ma al termine della partita sono i bolognesi a spuntarla. La Segafredo vince grazie ai 28 punti del suo numero 0 e ai 17 di Aradori. Non bastano, invece, a Trieste i 16 di Knox e i 14 di Walker.

Sanders mette subito a segno i primi punti in Serie A per Trieste, che vola così a +5. M’Baye però non ci sta e la Virtus riduce presto il distacco a -3. Fernandez e Knox cercano di tenere avanti l’Alma+6, ma Punter ribalta tutto da solo e trascina Bologna al primo vantaggio (+2). Sanders però impatta subito il match sul 10-10, mentre Janelidze deve lasciare il campo per infortunio. La Virtus poi si riporta avanti con M’Baye, mentre Walker e Mosley non bastano ai padroni di casa, così Kravic e Aradori tengono avanti gli ospiti. La Virtus ne ha di più e successivamente con Taylor e Baldi Rossi aumenta ancora il distacco fino al +9. L’Alma ci prova, ma Kravic tiene avanti Bologna, che chiude a + 8 il primo quarto di gioco. Nel secondo periodo Taylor firma subito il +10 dalla lunetta, mentre l’Alma cerca di ridurre lo svantaggio. Knox, Walker e Fernandez portano così Trieste fino al -6, ma Aradori tiene a distanza i suoi (+9). Ancora Aradori firma poi il +13 da tre. Fernandez e compagni tentano ancora di rientrare, ma Punter e M’Baye tengono lontana la Virtus a +14. Nel finale del primo tempo è poi i Cittadini a ridurre il distacco per i padroni di casa, così la prima frazione termina 39-51.

Al rientro in campo Mosley e Knox vanno subito a segno per il -8 dell’Alma, mentre la Virtus resta al palo. Così Fernandez ne approfitta per scaricare anche la tripla del -5 che riporta in partita Trieste. Punter sveglia Bologna, ma non basta, così ancora Knox va a segno due volte per il -1 dei giuliani. La gara è ora riaperta, ma Punter e Qvale riescono a tenere a galla la Virtus che torna sopra di cinque. Il pubblico triestino però trascina Trieste, così Cavaliero e Mosely confezionano quasi subito il pareggio dei padroni di casa. Punter non ci sta e inventa una tripla delle sue, ma ancora Mosley e poi Sanders riescono a trovare il +4 per l’Alma, che passa ancora in vantaggio. La Virtus però non ci sta e con Kravic e Cournooh giunge al pareggio, che permane fino alla fine del periodo (65-65). Nell’ultimo quarto Martin sblocca subito il punteggio, ma Cavaliero risponde per la nuova parità. Bologna rimette la testa avanti con Baldi Rossi, però il vantaggio ospite dura poco. Strautinis e Mosley, infatti, portano presto l’Alma a +4, mentre ancora Martin non basta alla Virtus. Walker va segno poi anche per il +3 dell’Alma, ma Punter impatta subito la partita. Sempre Walker prova a tenere ancora avanti i padroni di casa, ma Aradori non vuole saperne di perdere e ribalta la gara con due giocate di alta scuola, tanto che la Virtus torna a +2. Ora la partita si fa intensissima: le due squadre si danno battaglia, così Taylor risponde subito all’immediato pareggio di Walker. Il botta e risposta continua fino a quando, a circa un minuto dal termine, Taylor fa 2/4 dalla lunetta e Bologna mette ancora la testa avanti. La Virtus poi trova anche la tripla decisiva di Punter (+4), con il numero 0 della Virtus che inventa un canestro dei suoi e regala di fatto la vittoria agli ospiti. A nulla servono i due punti finali di Schina, Aradori sentenzia mettendo a segno entrambi i liberi e la gara termina con il punteggio di 88-92. Trieste cade alla prima in casa, mentre la Virtus festeggia.

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica ne, Walker 14, Fernandez 8, Schina 2, Wright ne, Strautinis 8, Deangeli ne, Janelidze 0, Cavaliero 10, Sanders 13, Knox 16, Mosley 12, Cittadini 5;

Assenti: Peric; Da Ros

Coach: Eugenio Dalmasson

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA: Punter 28, Martin 6, Pajola 0, Taylor 13, Baldi Rossi 5, Cappelletti ne, Kravic, Aradori 17, Berti ne, M’Baye 11, Cournooh 2, Qvale 2;

Coach: Stefano Sacripanti

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.