Quarti di finale: la Spagna trascinata dal solito Gasol “mata” la Grecia

Home

Spagna – Grecia 73-71
(14-14, 39-32, 55-57, 73-71)

Pau-Gasol-Spain-Jersey
Pau Gasol con i suoi 27 punti e 9 rimbalzi ha guidato la Spagna alla vittoria sulla Grecia.

La Spagna parte subito molto forte con un Lull ispiratissimo che nel primo minuto di gioco scrive a referto 2 triple ed un recupero che spingono gli iberici sul 6-0. Antetokounmpo rompe il ghiaccio per i greci che accorciando le distanze, ma Gasol risponde colpo su colpo e riporta gli iberici sul +6 per 8-2. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa però la classe di Spanoulis che con 4 punti in fila riporta i greci a contatto e sveglia definitivamente i suoi che rimarranno a contatto sino alla fine del quarto che si chiude sul 14-14.
Un botta e risposta da dietro l’arco dei tre punti apre il secondo quarto con Antetokounmpo che risponde a Rodriguez per il 17-17. Il giocatore dei Bucks continua a guidare i suoi in entrambi i lati del campo arrivando a raccogliere il nono rimbalzo della sua serata già a 5 minuti dall’intervallo. La Spagna però continua ad alzare l’asticella e scappa sul +7 grazie al gancio di Gasol e ai 5 punti di Mirotic che portano il risultato sul 27-20. Divario che rimarrà tale fino alla fine del primo tempo con gli iberici a condurre per 39-32.
Anche ad inizio secondo tempo Spagna e Grecia si alternano dai 6.75 con Ribas a rispondere a Spanoulis, ma è Antetokounmpo ad alzare il ritmo prima con un canestro più fallo e poi con un cost to cost in cui subisce un altro fallo da cui segue il canestro di Spanoulis del -3. Il pareggio ed il sorpasso poi passano dalle mani di Calathes e Printezis per il 43-45 che spingono così la Grecia sul +2, vantaggio che rimarrà tale sino alla fine della terza frazione che si chiude sul 55-57. Ad inizio ultimo quarto è la Spagna a suonare la carica con il lavoro sotto canestro di Reyes che, oltre ai 3 punti segnati, costringe gli ellenici a spendere già quattro falli nel primo minuto. La ciliegina sulla torta arriva poi quando Mirotic in contropiede schiaccia in testa ad Antetokounmpo subendo il fallo per il 60-57. Il tap-in di Claver poi spinge gli iberici sul +5, ma ci pensa ancora Antetokounmpo ad accorciare le distanze con la tripla del 62-60. Il lay-up di Rodriguez e i liberi di Mirotic poi portano la Spagna sul +6. Vantaggio mantenuto sino agli ultimi minuti, quando un monumentale Calathes con una palla rubata e 5 punti riporta i suoi a -2 per 70-68. I due liberi di Rodriguez fanno tornare gli iberici sul +4, ma la tripla di Slouskas appena entrato porta i greci sul 72-71. La mano di Gasol nell’azione successiva però non trema e, dopo aver segnato il primo libero, sbaglia sapientemente il secondo condannando così i greci alla sconfitta per 73-71.

Tabellini:

Spagna: Gasol 27, Fernandez 0, Rodriguez 10, Hernangomez 0, Ribas 3, Reyes 5, Claver 2, San Emeterio 0, Llull 8, Aguilar 0, Mirotic 18, Vives 0.

Grecia: Bourousis 5, Zisis 5, Spanoulis 10, Calathes 14, Perperoglou 0, Slouskas 3, Kaimakoglou 0, Koufos 9, Printezis 13, Papanikolaou 0, Mantzaris 0, Antetokounmpo 12.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.