Quarti G1 – Non c’è storia alla Ulker Hall: Fenerbahce asfalta lo Zalgiris

Coppe Europee Eurolega Home

FENERBAHCE BEKO ISTANBUL – ZALGIRIS KAUNAS 76-43
(15-13/23-8/21-14/17-8)

Fenerbahce non concede nulla allo Zalgiris dei miracoli: gara 1 evidenzia la grande superiorità della compagine turca, avanti in tutti i parziale e dominatrice in difesa e attacco. Tutto da rifare per i baltici.

I tanti errori su entrambi i lati del campo fanno da padrone a un primo quarto molto fisico e meno spettacolare per quanto riguarda punti e azioni salienti. Fenerbahce inizia avanti questa gara ma viene presto investita dallo 0-8 dei lituani, bravi a sfruttare i regali avversari nei minuti centrali. I padroni di casa ritrovano la precisione nel finale, attivati da Kalinic, Duverioglu e Datome, autore della tripla del sorpasso finale (15-13). La striscia positiva dei turchi continua nella decina successiva, coadiuvata da un’ottima difesa che domina e spegne ogni tentativo avversario. Kalinic diventa mattatore assoluto con alcuni punti sul filo del rasoio, mentre Davies e Thompson soffrono la difesa locale. La tripla di Alì, arrivata dopo 6 minuti di assolo, mette a 9 lunghezze il distacco con gli ospiti; Grigonis interrompe la carestia dello Zalgiris, ma Guduric e ancora Alì prendono la scena allargando ancor di più la forbice (38-21).
Il cuscinetto creato nel primo tempo torna utilissimo al rientro dalla pausa lunga, quando lo Zalgiris aumenta l’intensità tentando di rosicchiare qualche lunghezza di distacco. La difesa è comunque impeccabile, così come impeccabile è in certi versi l’attacco capitanato dal solito Kalinic. Alla metà le distanze non cambiano, mentre Guduric giganteggia nel pitturato dei biancoverdi. I ragazzi di Jasikevicius nel finale tornano ad essere macchinosi in fase offensiva, Fenerbahce da il colpo di grazia e alla sirena il divario sembra già incolmabile (59-35). L’ultima frazione da possibilità alla panchina di Obradovic di entrare nelle rotazioni: si ergono Guler ma soprattutto Erick Green, spina nel fianco della difesa lituana. Walkup è l’ultimo ad arrendersi mentre il pubblico è in festa. La sirena sancisce gara uno e chiude i conti (76-43).

FENERBAHCE ISTANBUL: Green 12, Melli 4, Mahmutoglu 9, Kalinic 16, Sloukas 2, Biberovic 2, Guduric 13, Vesely 9, Guler o, Muhammed 6, Duverioglu 3, Datome 7.

ZALGIRIS KAUNAS: Davies 3, Thompson 1, Wolters 6, Walkup 4, Westermann 2, Milaknis 3, White 8, Grigonis 10, Kavaliauskas 2, Ulanovas 4.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.