Quarti G4 – Questa volta il terzo quarto sorride al Barcellona. Atto finale in casa dell’Efes

Coppe Europee Eurolega Home

FC BARCELONA LASSA-ANADOLU EFES ISTANBUL: 82-72

(15-22, 21-16, 27-12, 19-22)

Anche in gara -4, la chiave del match è il terzo quarto. Dimenticare la strage subita solamente 48 ore prime sarebbe stato dannoso per i blaugrana. Al contrario, i ragazzi di Pesic riescono a limitare il fuoco offensivo turco e dare sfogo al proprio potenziale su entrambi i lati del campo. Anche in questo la terza frazione di gara ne è l’esempio: Barcellona 27, Efes 12. 9 punti segnati in più, 20 in meno subiti rispetto a gara -3. Ora Barcellona e Efes si trasferiscono a Istanbul per la gara decisiva. 

Dopo la batosta di mercoledì’ sera, il Barça ha bisogno di un approccio energico. Così avviene, i blaugrana puntano al pitturato, avanzano sulle spalle di Pangos e Tomic – autori dei primi 8 punti – ma l’Efes è pericoloso. I turchi peccano solo con 3 palle perse nei primi 5′ (8-8). Allo scoccare della prima metà della frazione di partenza si aggiunge al tabellino anche Singleton ma un’ottima difesa catalana rischia di vedere gli spettri di gara -3 quando è Larkin ad infilare 7 punti nel parziale di 14-2 con cui la compagine turca chiude il primo quarto.

Le fiammate dell’Anadolu sono efficaci. Il Barcellona riesce a stare al passo degli ospiti tenendo alte le percentuali da due, ma la differenza sta nel tiro da oltre l’arco – 1/8 Barça, 6/10 Efes al 12′– e nel fatto che Larkin segna tutto quello che gli passa per le mani. Per il play americano sono 11 punti in 8 minuti sul parquet anche se il risultato vede i padroni di casa sempre alle calcagna dell’Efes con molteplici occasioni di sorpasso. Sorpasso che giunge solo a poco più di 90″ quando Claver sfata la maledizione del tiro dalla lunga distanza (34-33). La compagine turca continua comunque a godere col tiro da tre e chiude il primo tempo con la tripla del 36-38.

Se la chiave della gara è l’approccio al rientro in campo, il Barcellona parte col piede giusto. I blaugrana ricordano bene il terzo quarto delle 48 ore precedenti,  i 32 punti subiti e ribaltano la situazione costruendo il proprio vantaggio sulle sicurezze del primo tempo – Pangos e Tomic – e le chicche da lontanissimo di Singleton, Hanga e un Kuric. L’Efes è in piena difficoltà, il Barça si trova al massimo della propria condizione e chiude il terzo parziale dopo aver toccato anche il massimo vantaggio sul 63-46 migliorando le proprie percentuali da tre punti, 8/22 alla fine.

L’inerzia è tutta dalla parte dei ragazzi di Pesic e di fatto la gara sembra già decisa all’inizio del quarto finale. Mollare però non è nell’indole dei turchi e anche se l’Efes ricade a 13 punti di svantaggio, gli ospiti rosicchiano punti importanti (74-67) a meno di 4′ dal termine. Il lavoro di Larkin e Moerman però non è più sufficiente a colmare le lacune offensive e allora il Barcellona può giocarsi le Final Four sul parquet turco (82-72).

Fc Barcellona Lassa: Kuric 19, Tomic 13, Singleton 12, Seraphin 12; 

Anadolu Efes Istanbul: Larkin 20, Simon 17, Moerman 11, Beaubois 10; 

Qui le statistiche complete

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.